Lasciate i “per sempre” sugli involucri dei cioccolatini, nei romanzetti di genere più fantascientifico che rosa, sulle labbra dei bugiardi e nei pensieri degli illusi; preferite il “per ora”, ma preferitelo sul serio, con attenzioni e gesti quotidiani che siano coerenti con ciò che v’infiamma il cuore. È giusto così e, a dispetto del concetto di tempo convenzionalmente diffuso, così si corre persino il rischio di sfociare nell’eterno. (G. Pannia)

7/02/2016

Annunci