Di notte tra le profondità del cielo e le profondità dell’anima non v’è linea di demarcazione; così accade che le prime sfocino nelle seconde o viceversa, senza più capire cosa sia sogno e cosa realtà, se si sia soli o in compagnia di spiriti buoni, se quello stato sollevato del cuore derivi da un senso riscoperto o dal fiducioso rassegnarsi alla sua attesa. (G. Pannia)

30/06/2017

Annunci