Sempre, all’aria e alla vita condizionata preferirò i brividi e l’instabilità dell’esssere liberi. Alle verità comode e truccate a tavolino preferirò le onde e le frane del reale, ai baci di Giuda preferirò i graffi inferti dall’onestà, alla quantità senza alcuna consistenza preferirò la qualità ricca di profondità e poesia. Forse davanti a me avrò una strada meno pianeggiante, meno ambiziosa, meno ricca. Ma in pochi, davvero in pochi, godranno delle stesse sfumature dei miei passi. (Gabriela Pannia)

3/09/2016

Annunci