– PRIMAVERA –

Vidi uno sbadiglio di rami,

uno sventolar di foglie,

le giravolte acrobatiche

di un vento silente,

la frenesia dell’acqua tersa

tra i sassi freddi del ruscello.

Udii il battito d’ali

di un passerotto,

gli zoccoli cauti

di una cerva gravida,

la danza lieve

delle farfalle,

l’indomito spartirsi

l’aria dei profumi.

E poi, tutto un trionfo di colori:

dal verde intenso delle chiome

alle accese tonalità delle corolle.

Un sogno, pareva.

Era, invece, Primavera.

[Gabriela Pannia]

Annunci