– Me ne stavo seduta su uno scalino, scoraggiata, priva di speranze.

– E poi, cos’è successo?

– È venuto il tramonto, su tappeti arancioni di carezzevoli profezie. Mi ha fissato, mi ha abbracciato. Ha bisbigliato “tu, di sperare, non devi smettere mai”.

(Gabriela Pannia)

4/03/2019

Annunci