Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Mese

giugno 2019

Notte: ricordiamo perché il cielo pullula di ricordi; perché la luce, che in tanti punti pulsa placida, è essa stessa memoria di stelle che non ci sono più.

(Gabriela Pannia)

Annunci

Sai cosa fa la gente?

La gente si preoccupa dei confini e dei porti chiusi.

E sai cosa mi distrugge il cuore?

Il fatto che nessuno chieda e risolva i perché di quel disperato rincorrere la libertà.

Il fatto che nessuno verifichi se,

superate le barriere, sia davvero libertà.

(Gabriela Pannia)

Amo le cose belle che fanno sentire belli, e le cose selvatiche che fanno sentire liberi.

Amo le montagne, le spiagge, il vento, la notte, la pelle.

(Gabriela Pannia)

Non sono categorica, fatico a mettere le virgole. Le cose, quando vanno, vanno come un treno.

Se non vanno, piuttosto, opto per il punto.

(Gabriela Pannia)

Siamo fatti delle ricchezze del cuore; le altre, tutte le altre, sono chincaglie passeggere.

(Gabriela Pannia)

Il mare all’orizzonte, la domenica sul calendario e un sole gentile.

Piccole cose che, messe insieme, sanno dare alla vita calore, colore e felicità.

(Gabriela Pannia)

Il giorno finisce e il tramonto avvolge tutto in un ricamo di sfumature color pastello.

A domani il di più.

Sia data finalmente voce al cuore, al benessere,

ai desideri e alle passioni.

(Gabriela Pannia)

Non sentirti mai inutile, non pensare di non poter aspirare a importanti obiettivi: ti rendi conto?

La vita ti ha voluto in questo mondo.

Ha bisogno dei tuoi passi, conta sul tuo sorriso.

(Gabriela Pannia)

Al frastuono delle città preferisco l’equilibrio di un bosco. Coi suoi silenzi, i suoi sibili e le sue voci, imparo la vita come in braccio ai miei nonni.

(Gabriela Pannia)

Al mattino ripeti come fosse una preghiera questa regola di vita: tutte le nubi sono passeggere. Mai soccombere, mai rassegnarsi.

Agire e sperare sempre, nell’attesa che si dissolvano.

(Gabriela Pannia)

Ha un non so che di nostalgico, di caduco, di tragico e pur magnifico, il cielo della sera.

È per questo che, in quel suo irripetibile ripetersi, ogni sera finiamo per innamorarcene.

(Gabriela Pannia)

Fate il bene, vi fa bene dentro.

Gioite per le gioie altrui,

la vita ve ne darà merito

col suo passo lento.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: