Ridatemi la magia di quand’ero bambina, quando le nuvole disegnavano promesse nel cielo, le farfalle sembravano provenire da un regno fatato e il mattino era solo uno dei tanti momenti in cui pensare al futuro significava pregustare il sapore indefinito della felicità.

(Gabriela Pannia)