Sono come viali d’autunno, le donne in trasformazione.

In pochi le capiscono, a pochi è concesso il permanere nella stagione successiva alla mutazione.

(Gabriela Pannia)