Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Categoria

G. Pannia

Parla solo delle cose che senti; e se non le senti, piuttosto resta in silenzio. (G. Pannia)
5/02/2017


Sai quando abbiamo iniziato a perdere il senno? Quando abbiamo trasferito lo sdegno per i difetti dell’anima sui difetti dei corpi, come se la prima ormai possa tutto pur di conquistare ogni agio del mondo, ed i secondi non siano che mezzi a cui è vietato mostrarsi imperfetti. (G. Pannia)
05/02/2017


Troppe cose belle ho perduto per non persuadermi a dare ogni porzione di cuore, ogni attenzione, tutto l’impegno che posso, alle cose restate. (G. Pannia)
5/02/2017

Non promettete che sarà facile, e neppure che sarà impossibile; muniteli di sorrisi, saggezza e gioia per gustare pienamente le cose belle. E di forza, speranza e tenacia per affrontare quelle brutte. Non fatevi indovini su un viaggio dallo sviluppo ignoto, dite solo che esso sarà sicuramente la più grande ed irripetibile avventura. (G. Pannia)
5/02/2017

img_7899

Non esiste spettacolo più bello di un giorno infedele all’inverno, sbocciato tra raggi che sparpagliano intorno luce, calore, speranza e un primo assaggio di primavera. (G. Pannia)

5/02/2017


Dolce serata a chi esce per un paio d’ore di spensieratezza assieme agli amici, a chi se ne resta in casa in compagnia del suo amore o di un buon libro, a chi fa zapping stando sdraiato sul letto e accarezzando la testolina di un compagno di viaggio a quattro zampe, a chi ha troppe domande in circolo e le sente picchiettare come le goccioline di pioggia cadute sull’asfalto, a chi ha ottenuto le risposte e deve solo scegliere coraggiosamente il suo cammino, a chi ha perso qualcuno e sta cercando di riorganizzare in modo buono la sua vita, a chi ha trovato qualcuno e sa che se lo terrà stretto per sempre al cuore. (G. Pannia)
4/02/2017


Pullulano come occhi limpidi, comprensivi e luccicanti nell’incontrastabile scurire della volta celeste… le stelle. (G. Pannia) 
11 novembre 2014

È l’esercizio più comune ai giorni nostri: abbellire e colorare i corpi, camuffare pensieri e reali intenti. Il problema è che l’anima pecca ovunque d’ingenuità; basta un gesto, un torto, una menzogna, ed eccola: nuda e cruda come l’universo l’ha fatta. (G. Pannia)
4/02/2017

img_7890

Scongiurate il destino dei mediocri: bruciate di passione, non di invidia. (G. Pannia)

4/02/2017

Ci sono momenti in cui non puoi fare a meno di riservare tutta la tua attenzione ad alcune priorità; oggi, ad esempio, darò ampio spazio al sacro ozio del sabato. (G. Pannia)

4/02/2017


– Sono tutta ammaccata, ma resisto e non credo d’essermi perduta. –
– E come fai a saperlo? –

– Come faccio? Alla vita, in certi momenti, urlo cose inaudite. Poi viene il giorno, spunta il sole, il cielo si tinge di rosa e speranze. Io lo guardo, ascolto le sue promesse mute, accetto il senso cangiante delle nuvole, anche se appieno non lo comprendo. Resto inerme di fronte allo splendore dell’esistenza e, puntualmente, smetto di tenerle il broncio. –

(G. Pannia)


4/02/2017

– Hai mai avuto paura della strada? –

– Certo, la paura che hanno tutti quando non sanno che direzione prendere o non vedono sentieri definiti di fronte a loro. –

– No, non intendo questo. Hai mai avuto paura delle intuizioni, dei segnali, delle spinte decise con cui il destino sembra guidarti lungo un dato percorso? A me sta succedendo ora; e ciò che provo è un destabilizzante senso di timore misto a spumeggianti ondate di gratitudine. –

(G. Pannia)
3/02/2017

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: