Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Vita: non smette mai di sorprenderci né di colpirci né di mostrarci come ricominciare.

(Gabriela Pannia)

Annunci

Guarda, sta diventando un’altra sera di ottobre. Dammi quell’angolino sicuro, il mio libro preferito, quel pensiero fisso capace di tenere al caldo il cuore, i desideri che non confesso e a cui mi aggrappo mentre il vento spira in più direzioni.

(Gabriela Pannia)

La mia anima è una piccola e instancabile contadina; in prossimità di rustici di desideri a cielo aperto, sotto la luce delle stelle e della luna, ogni sera, qualunque sia il carico sul cuore, si china ore e ore sulle zolle della vita e sparge centinaia di semi di speranza.

(Gabriela Pannia)

Nella vita detesto i problemi, specie quelli tirati per le lunghe e facilmente risolvibili.

Mi piace affrontarli in faccia, siano essi situazioni o persone; e se in faccia non basta vado oltre, alle origini, al vertice, al nocciolo.

Mi piace fronteggiare, superare, ricominciare.

Non spettegolare, covare, sopportare.

Qualcuno la chiama cattiveria, per me è la cosa più benevola del mondo.

(Gabriela Pannia)

Eccole,

in autunno si levano le prime nebbie,

le ombre incutono soggezione,

i colori si raggruppano

per toni scuri.

Il dopo è ancora più impalpabile,

lo sguardo sfugge e si fa dubbioso,

il mistero è fitto come i pensieri.

Diresti mai che, oltre, c’è ancora il sole?

Secondo me è un po’ come con le cadute,

con il dolore, con la disperazione.

(Gabriela Pannia)

A me non disturbano gli esami della vita.

Disturba il fatto che alcuni siano sempre sotto esame, e altri sempre promossi senza merito.

(Gabriela Pannia)

La vita è come le mattine d’autunno: può esserci il sole, può esserci la pioggia, si può star bene o si può essere nuvolosi, ma il tempo non smette per questo di scorrere, gli obiettivi non cessano di esistere, l’istinto non si stanca di trainare in avanti, la magia non si cruccia se la si scova in qualche crepa.

(Gabriela Pannia)

Forza per avanzare, forza per trattenere, forza per fermarsi, forza per lasciar andare.

Ogni cosa richiede un certo impegno, un certo coraggio, un certo distacco, una certa sensibilità.

È una direttiva di vita a cui nessuno può dire no.

(Gabriela Pannia)

Notte. Scura, immensa, materna, sapiente e riservata notte: sii colma di speranza, se mancano le stelle.

Sii colma di stelle, se manca la speranza.

(Gabriela Pannia)

Le panchine su cui si posano le foglie esauste, i marciapiedi che borbottano a ogni passo, i rami snelli che danno indicazioni alternative fino a pungere il cielo, la sera che viene assieme ai brividi del primo freddo, il richiamo di casa, quella voglia di fare grandi sogni e sostituirli, per un poco, all’autunno della vita quotidiana.

(Gabriela Pannia)

La vita è fatta di tappe.

L’amore, fidati, è fatto di tappe.

Il dolore, sappilo, è fatto di tappe.

Non puoi mentire, illuderti o imbrogliare.

Se non fai tutte le tappe

o confondi il nulla con l’amore,

o scambi un breve sorriso inconsapevole

per la fine del dolore.

(Gabriela Pannia)

Espongo le mie argomentazioni, le mie ragioni e le mie recriminazioni fin che posso in modo quieto, se occorre anche virulento. Quando mamma mi ha fatto, oltre all’autunno, all’educazione e al rispetto, mi ha messo dentro autostima e dignità, esagerando con il carattere.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: