Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Amore

Tutti che mi conoscono e nessuno che mi conosca davvero.

Solo il mare sa chi sono.

(Gabriela Pannia)

23/04/2019

Annunci

Amate come Colui che ha amato tutti. Se non fino a donare la vita, almeno donando agli altri parte del vostro tempo.

Non diverrete divini ma del Divino, in voi, se ne leggeranno le tracce.

(Gabriela Pannia)

20/04/2019

Svegliarsi nella luce del sole e in quella del sorriso di chi si ama: voi datelo pure per scontato, per me è l’essenza vera della felicità.

(Gabriela Pannia)

19/04/2019

– Paura, ho il rigetto del brutto che già accade e il timore del dispiacere che inevitabilmente verrà.

– Quindi detesti la vita, ne sei più distaccata?

– No. Quindi amo la vita incalcolabilmente di più.

(Gabriela Pannia)

Se vi piacciono le belle persone badate a non prenderne in giro la sensibilità e l’intelligenza; le belle persone, oltre ad amare, si amano. E, quando si ama davvero qualcuno, per quel qualcuno si diventa impetuosamente protettivi.

(Gabriela Pannia)

15/03/2019

Non mi lego facilmente, non sono avvezza alle smancerie. Ma se amo è viscerale; come con il mare, o le stelle, o la vita.

(Gabriela Pannia)

12/03/2019

Stenditi sotto un cielo stellato, misura il tuo benessere interiore. Ti commuove ancora, quell’immenso tappezzato di lucine dense di mistero?

Se la risposta è sì, la tua anima è in ottima salute.

Se la risposta è no, cercati subito un sogno da inseguire, qualcosa per cui lottare, qualcuno a cui donare l’amore che ti sta morendo dentro.

(Gabriela Pannia)

27/02/2019

Sii luminoso come il sole del mattino. A dispetto della pioggia, delle nubi, della notte, mostra alla vita che il tuo amore per essa è e resta incorruttibilmente grande.

(Gabriela Pannia)

5/02/2018

Amo e ho un po’ timore della sera. Se iniziano cose, le dipinge come inizi propizi. Se finiscono cose, le disegna come conclusioni inesorabili.

(Gabriela Pannia)

3/12/2018

Al primo sguardo mi ha spaventato.

– Spaventato, e perché mai?

– Perché era una di quelle donne sopravvissute a qualcosa, di quelle che cascano al fondo e poi si rialzano. Quelle che hanno scoperto chi sono, che sanno ciò che vogliono e non si distraggono con altro.

– E tu, cosa hai fatto?

– Ho sperato con tutto me stesso che volesse anche me.

(Gabriela Pannia)

16/10/2018

Perditi, ma come e dove si deve: in un amore, in una poesia, in un’aspirazione o in un tramonto.

(Gabriela Pannia)

20/09/2018

Credo d’amare la notte dal momento in cui, per la prima volta, le stelle mi hanno colorato gli occhi di sogni; sarà perché ho la testa più vicina alla luna che alla terra. Oppure perché, quelle stelle, sanno usare una sorta d’inchiostro indelebile. (Gabriela Pannia)

8/09/2018

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: