Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Bellezza

Grazie Dio per questa natura eccezionale, per questi colori magnifici, per queste sensazioni idilliache, per le creature che non conoscono cattiveria, per tutta questa incommensurabile bellezza e per aver fatto elemento irripetibile del Creato anche me.

(Gabriela Pannia)

Nessun miracolo, non è cambiato nulla.
Chi ora nota la bellezza di cui siamo circondati, la vedeva anche prima.
Chi ora non la vede, non l’ha mai veduta.

(Gabriela Pannia)

Giugno ha il cielo di tulle, le nuvole di lino, il mare di goffrato, i venti di raso e i domani di organza.

(Gabriela Pannia)

Hai ascoltato le prime notizie e avuto una grande paura,
hai cantato sui balconi e pregato con il Santo Padre,
hai offerto la tua stessa vita a chi faticava a respirare,
hai pianto con lacrime amare le radici umane strappate via.
Hai resistito, hai lottato, hai rispettato, hai sperato.
Siamo ancora in battaglia, a marciare nel tunnel ma illuminati da tre stupendi colori.
Insieme, mia meravigliosa Italia, possiamo tutto.
Possiamo il sole.

(Gabriela Pannia)

Siamo circondati dalla bellezza, ma niente può competere con la luce, i colori e la brezza del primo mattino.

(Gabriela Pannia)

Cercate cose che vi portino i brividi e vi lascino senza parole; non si è mai troppo vecchi per meravigliarsi, anzi si è vecchi quando, al cospetto di qualunque forma di bellezza, restiamo indifferenti.

(Gabriela Pannia)

Nessuno sminuisca mai le sensazioni mattutine nei mesi più caldi, quando è la luce a svegliarti attraversando ogni fessura, quando è la vita a chiamarti perchè la strada è pronta.

(Gabriela Pannia)

La natura mi ha voluto esigente, sono una ricercatrice di bellezza.
Amo i paesaggi vista mare, le notti vista segni, gli sguardi vista anima.

(Gabriela Pannia)

Sono nata dove l’odore del mare ti entra dritto nella pelle, dove le spiagge sono selvatiche e i pendii si gettano in file disordinate tra le onde; sono nata dove il sole sa accarezzare e picchiare, dove il cielo si confonde con l’acqua e il vento trasporta fiabe e sapori di terre lontane.

Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: