Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Buonanotte

Stanotte, cara notte, ho tanto bisogno di te.

Vedi le tue stelle? Mostramene di più.

Leggi i miei sogni? Raccontamene di nuovi.

Conti le mie paure? Prendine qualcuna per te, dimmi che almeno per metà non hanno ragione d’esistere.

(Gabriela Pannia)

La notte può non darti una soluzione ma sa darti un abbraccio e consolazione. E le anime che sono state abbracciate e consolate trovano sempre un motivo, una via o la forza per dormirci sopra e, da domani, ricominciare.

(Gabriela Pannia)

Lasciate da parte i pensieri lucidi, i problemi pratici, i progetti sul domani ed i calcoli mentali. Siamo creature spirituali, non dobbiamo dimenticarlo. E lo spirito impone che, di notte, ci si spogli del materiale e ci si rivesta di folli e assurdi sogni.

(Gabriela Pannia)

Può fare freddo, ma sa come abbracciarti.

Può nascondere i dettagli, ma sa scandagliare il tuo cuore.

Può inondarti di malinconia, ma ti motiva e ti matura.

La notte è un controsenso spettacolare.

L’anima, senza la notte, sarebbe priva del sole.

(Gabriela Pannia)

La gente rinuncia ai sogni per paura che poi non si avverino ma i sogni, affinché si realizzino, occorre rincorrerli con tutte le forze. La possibilità rende viva la vita, la rassegnazione ne fa la più triste delle esperienze.

(Gabriela Pannia)

Certi sogni se ne vanno mentre ancora li stai sognando ma io sono tutta strana e mezza matta. Li piango per il tempo che serve e poi, su altre emozioni, ricomincio a sognare.

(Gabriela Pannia)

Sai dove prendono la forza, le persone forti?

Nella dimensione più clemente, nel silenzio della notte.

La notte le abbraccia ed è lì che possono finalmente mostrarsi piccole.

Le stelle le consolano, ed è lì che riversano copiosamente le loro lacrime.

La luna le rincuora, ed è lì che recuperano tutta la grinta ed il coraggio.

Le persone forti non hanno meno bisogno di supporto; deluse da chi e da ciò che le circonda, hanno solo scoperto un luogo, un modo e un tempo tutto loro per ricaricarsi.

(Gabriela Pannia)

Quando arriva la notte io mi ritrovo.

Nel buio di un sole accomiatato riscopro luci e sfumature di ciò che sono,

di ciò che sogno, di ciò che inseguo.

(Gabriela Pannia)

Non fatevi dire da nessuno come affrontare la notte, cosa leggere tra le stelle, quanto fidarsi della luna. La notte è un esclusivo e grande amore; dona in base a quanto, individualmente, si è in grado di dare.

(Gabriela Pannia)

Sibili di stelle, sospiri di luna, sussurri del cielo. Quante voci sagge, nel silenzio di un giorno ormai concluso.

La notte parla, parla sempre.

Non c’è notte in cui riesca a starsene zitta.

(Gabriela Pannia)

La notte la amo per le storie che racconta; un po’ di fiaba, un po’ di realtà. Un pizzico di tristezza e un mare di speranza. Quel velo di mistero che rende tutto affascinante, le carezze delle cose che supportano da sempre.

(Gabriela Pannia)

Silenzio, notte.

Silenzio e notte: quei luoghi crudi e categorici dove solo i coraggiosi si avventurano in cerca di domande, conclusioni e risposte immuni a ogni tentativo di smentita.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: