Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Cielo

Com’è bello il cielo, quando finisce il giorno.
Sarà che già prepara l’inizio delle cose nuove.

(Gabriela Pannia)

Chissà, sarò ingenua io che credo al fatto che una cometa, oggi come secoli fa, porti messaggi di speranza, promesse di rinascita, benevolenza del Cielo, risveglio dell’umanità.

(Gabriela Pannia)

– Come la prendi la vita?
– Con un po’ di zucchero ma senza esagerare; servita su qualunque tipo di piatti, purché non inquini. Col sale che serve e compagni sinceri. Alternando la serietà alla leggerezza e vestendo tutti i colori del mondo. Con bagni di lavanda, docce di speranza e direzioni vista cielo.

(Gabriela Pannia)

Qualunque cosa accada, ogni volta che potete, prendetevi cinque minuti e ammirate un tramonto. Non avete idea di quanti benefici s’inneschino nella vostra anima.

(Gabriela Pannia)

Gabbiano, voglio essere un gabbiano.
Il cielo come conquista, il vento come sfida, il mare come sfondo, i tetti come luogo di riposo da cui lanciare sguardi lucidi sulla vita.

(Gabriela Pannia)

La luna magnifica, il cielo terso e una sera di giugno.
Un giugno strano, sospeso, provato e impaurito.
Ma, se è giusto concentrarsi sulle cose belle, io mi fermo e contemplo tutto, rapita, aspettando che spuntino le amiche stelle.

(Gabriela Pannia)

Niente più dei tramonti di giugno riveste l’anima di camicie leggere fatte di fili di cielo aranciati e bottoni di classica e pregiata nostalgia.

(Gabriela Pannia)

Sacre sono le anime che camminano coi piedi poggiati a terra ma l’anima tesa al cielo che le sovrasta; sacre e benedette.
In esse scovi speranze che altri non hanno, di esse s’illuminano le notti buie della vita.

(Gabriela Pannia)

Ti auguro una notte in cui il respiro sia un sospiro di sollievo.
Se hai pianto, che sia il sorriso.
Se hai perso, che venga la rivincita.
Se sei precipitato, che tu possa una vetta a pochi centimetri dal cielo.

(Gabriela Pannia)

É una strada in salita ma pensa a quanto sarà bello, arrivati in cima, guardare ancora il cielo.

(Gabriela Pannia)

Pare che stasera tu sia più grande, più luminosa, più mamma.
Dimmi, hai saputo cosa sta capitando quaggiù? Hai un po’ di speranza da regalarci?
Ne abbiamo bisogno, sai?
Assieme al senso di responsabilità, a una riscoperta umanità, al doverci prendere cura della vita che abbiamo dimenticato.

(Gabriela Pannia)

A te che te ne stai in un angolo di casa col timore nel cuore, a te che ti hanno messo in ospedale e non sai quando potrai uscire, a te che l’ansia ti prende a morsi e non hai nessuno a cui poterlo dire, a te che cerchi una stella maestra di pace e filosofia, a te che la vita è così e bisogna prenderla come viene… a te mando un bacio, un abbraccio e la rassicurazione che, nella dimensione superiore delle anime, in tanti ti stanno vicino.

Nessuno è mai solo davvero.

(Gabriela Pannia)

L’umanità può salvarsi solo con prove di umanità.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: