Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Cose belle

Dici mai grazie al vento che ti pettina, ai fiori che ti regalano il loro profumo, alle farfalle che vengono a farsi un giro sulla tua testa, alla pioggia che lava, alla vita che ti pulsa nelle vene?

<!–more–>

Dici mai grazie al bello che ti circonda, o preferisci lamentarti di continuo del brutto che comunque resta?
Dici mai grazie alle cose che hai senza guadagno?
Lo fai almeno una volta al giorno?
Prova a dir loro grazie. Non sai in che prospettiva celestiale ti apparirà poi l’esistenza.

(Gabriela Pannia)

Solo il tramonto mostra tutto lo splendore del cielo; forse ha iniziato a farlo già alla fine del primo giorno della Creazione, per far notare a un Dio perfetto quanto stesse facendo bene.

(Gabriela Pannia)

La rugiada del mattino rende i prati uguali alle tavolate sfatte dopo una cena tra amici.
Sai che c’è stato qualcosa di bello.
Che a banchettare non sono state persone ma chissà quali angeli e chissà quali prodigi.

(Gabriela Pannia)

È stata una giornata lunga e impegnativa, ho bisogno di rilassarmi.
Versami il tramonto in una coppa di poesia.

(Gabriela Pannia)

La domenica al mare è bellissima; forse l’eguaglia soltanto la domenica di fronte al camino, con fuori i fiocchi di neve.

(Gabriela Pannia)

Non c’è niente di più sconfinato della notte.
Eppure, contemplando la notte, anche in mezzo al nulla, io mi sento come dentro le mura di casa.

(Gabriela Pannia)

I fiori in una crepa sono come i superstiti in una tempesta: mentre gli altri non scommettono un soldo, gli interessati mettono in gioco anche l’anima.

(Gabriela Pannia)

Domenica è il tempo per sé, l’agenda stipata nel cassetto, la telefonata senza fretta, la passeggiata lunga, il pranzo in famiglia e la vita col suo sapore più sano.

(Gabriela Pannia)

Chissà, sarò ingenua io che credo al fatto che una cometa, oggi come secoli fa, porti messaggi di speranza, promesse di rinascita, benevolenza del Cielo, risveglio dell’umanità.

(Gabriela Pannia)

Luna: il sole pacato della notte sotto il cui sguardo non sbocciano fiori ma si schiudono sogni.

(Gabriela Pannia)

Grazie Dio per questa natura eccezionale, per questi colori magnifici, per queste sensazioni idilliache, per le creature che non conoscono cattiveria, per tutta questa incommensurabile bellezza e per aver fatto elemento irripetibile del Creato anche me.

(Gabriela Pannia)

Sera e pioggia.
E questo odore di vita entusiasta che si leva dai prati.
E questi schizzi di sensi in allerta che guizzano sui vetri.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: