Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Desideri

Se guardi bene, avresti un sacco di motivi per rattristarti, rassegnarti, accucciarti in un angolo e dirti che non ne vale la pena.

Se guardi il cielo, o il mare, o un fiore che nasce dove nessuno ci avrebbe scommesso, ti accorgi che, invece, il tentativo è sempre la scelta giusta.

Che combattere è un dovere, che desiderare la felicità è il diritto più naturale di questo mondo.

(Gabriela Pannia)

4/02/2019

Annunci

Scende l’aria tersa e fredda della sera; alle spalle il giorno, nei pensieri il domani. Intorno l’abbraccio caldo delle speranze, dei sogni quasi pronti, di mille e più desideri.

(Gabriela Pannia)

10/12/2018

Vorrei la pace nel mondo, ma è impossibile perché a molti la pace manca nel cuore.

Vorrei l’eterna gioventù, ma la pelle non avrebbe più sacche dove riporre i suoi bottini di saggezza.

Vorrei tutto l’oro del mondo, ma il forte rischio è che poi si scordi il valore delle persone.

Facciamo che voglio solo questo: le cose come stanno, giorni colmi di normalità.

Ah, la normalità… se ne misura il peso solo quando la vita ce la toglie, e ci sbilancia.

(Gabriela Pannia)

7/12/2018

Di fronte all’impossibile tutti noi dovremmo tornare bambini. Solo loro aprono porte inimmaginabili con chiavi portentose chiamate desideri.

(Gabriela Pannia)

5/12/2018

– Notte. A me la notte fa un po’ paura.

– Per tutto quel buio?

– No. Per tutte quelle stelle.

– E perché mai le stelle dovrebbero farti paura?

– Perché sono stregate, cantastorie, suadenti. Ti fanno credere, ancora e ancora, in quelle cose che il giorno scoraggia con mille intoppi.

(Gabriela Pannia)

9/11/2018

Provare, perdere, ma non consegnarsi mai alle delusioni che forgiano il lato più arrendevole di noi.

Ci riprovo, desidero sempre.

Voglio le promesse del vento sulla pelle, la speranza del sole negli occhi, i misteri del mare nell’anima, le certezze delle stelle incorniciate nel cuore.

(Gabriela Pannia)

29/10/2018

Al primo sguardo mi ha spaventato.

– Spaventato, e perché mai?

– Perché era una di quelle donne sopravvissute a qualcosa, di quelle che cascano al fondo e poi si rialzano. Quelle che hanno scoperto chi sono, che sanno ciò che vogliono e non si distraggono con altro.

– E tu, cosa hai fatto?

– Ho sperato con tutto me stesso che volesse anche me.

(Gabriela Pannia)

16/10/2018

Chissà poi dove cadrete, miei luminosi e nomadi astri; ma se nel vostro infinito migrare doveste incrociare il Destino, eccoli: vi lascio i miei più profondi desideri. (Gabriela Pannia)

10/08/2018

Musica in sottofondo: Fallin – KUTZ

Ti manca qualcuno e guardi il cielo, culli una speranza e guardi il cielo, sei in cerca della soluzione a un problema e guardi il cielo. Il cielo è la casa dei più nudi e crudi aneliti dell’anima. (Gabriela Pannia)16/07/2018

– Portami con te –– Non vado da nessuna parte –– Allora scansati un po’, fammi posto. Voglio starci anch’io, nella tua vita – (Gabriela Pannia)5/07/2018

È notte, è quel bisogno senza fine di guardare il cielo e ascoltare i mille discorsi muti delle stelle. (Gabriela Pannia)4/07/2018

Cosa mi piace? Guardare le stelle e pensare che tutti i sogni cullati davvero siano sogni possibili. (Gabriela Pannia)

23/05/2018

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: