Ricerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Donne

La giornalista con la denuncia degli abusi sulle donne sullo stesso palco in cui si esibisce il rapper che celebra gli abusi sulle donne è come il violento che prima ti riempie di botte e poi ti porta un fiore, promettendo di non farlo più.

(Gabriela Pannia)

Sono come viali d’autunno, le donne in trasformazione.

In pochi le capiscono, a pochi è concesso il permanere nella stagione successiva alla mutazione.

(Gabriela Pannia)

Sono bellissime, le donne risolte. Ricorrono con sensatezza ai propri pregi, non fanno più la guerra ai propri difetti.

(Gabriela Pannia)

5/12/2018

Prima di fare di tutte le signorine un pregiudizio, ricordate che tra le donne che scelgono di non farsi carico di un qualunque uomo e le donne che nessun uomo vuol mettersi in casa esiste, dalla notte dei tempi, tutta una serie di precise, sostanziali ed innegabili differenze. (Gabriela Pannia)

8/09/2017

Dimmi di quando si faceva buio, in mezzo al cielo e dentro al cuore, raccontami le speranze con cui convincevi i respiri e le ginocchia, quel tuo procedere cadendo senza mai cadere fino in fondo, la forza che ti svegliava ogni mattina, quel tuo affidarti al cielo senza mai accusarlo di esagerazione. Non ci sono più le donne come te, quelle di una volta, sai mamma? Oggi ci si arrende presto, ci si scoccia subito, ci si lamenta alla minima occasione, l’amore è spesso scelto se conviene. Eppure io vorrei assomigliare a te, a te ed a nessun’altra. A te che hai versato lacrime ed ingoiato delusioni, che grigia e soffice vai a letto sperando ancora che la vita ti ripaghi. Che ti alzi presto e canti una serenità raramente assaporata, ma per te talmente familiare da riempirci il giorno, truccartici il viso, rivestirci l’aura e, persino, farci il sugo. (G. Pannia)

28/04/2017

Incoerenti, volubili, capricciose, sagge, adulte, bambine, fragili, forti: che le donne siano creature difficilmente catalogabili lo capisci presto; un uomo, ad esempio, puoi conoscerlo in una manciata di minuti. Per comprendere una donna non ti basta una vita. (G. Pannia)

19/10/2016

Degli uomini non so molto, ma una cosa credo d’averla capita: un uomo che ti vuole, ti prende. E, se non ti prende, o non ti vuole ed è un uomo coerente. O ti vuole con tutto se stesso ma non è abbastanza uomo. (G. Pannia)

10/04/2017


Sono ammaccata, limitata, difettosa, in cammino; ho imparato a chinare testa ed ali solo di fronte al mio personale, severo ed implacabile giudizio, a guardare gli altri senza aver bisogno d’essere lodata ed approvata. È in questo, forse, la mia crescente forza. Tutta la mia intima perfezione. (G. Pannia)

17/03/2017

L’intesa tra madre e figlia ha il potere di plasmare e decidere la loro felicità, il presente ed il futuro di tutto un nucleo familiare; chissà quanto bello sarebbe il mondo se ad intendersi fosse l’intero universo femminile. (G. Pannia)

12/03/2017

Ma quale mimosa! Io voglio i giardini del mondo intero, tutti i giorni, senza limiti, con rispetto, nel pieno del mio essere e dei miei diritti. I contentini dateli alle donnuncole, le ipocrisie piantatele in terreni poveri, con calendarizzate concessioni e facili lusinghe conquistate chi si sente difettoso o inferiore. Io sono Donna, valgo e non aspetto: sempre ed ovunque semino e pretendo valore. (G. Pannia)

8/03/2017

Sono il magico baccello in cui germoglia la vita, le ginocchia piegate da antiche sottomissioni e reiterati soprusi, la forza pregna di cocciutaggine e coraggio con cui si abbattono muri e si partorisce un figlio; sono lo sguardo sensuale della femminilità ancora acerba, quello innocente di una bambina che gioca all’adulta sui tacchi di sua madre, quello corrucciato di saggezza, ricordi e rughe venute ad ubbidire alla legge del tempo. Sono colei che potrebbe amarti col corpo o col cuore, il più delle volte con tutta se stessa; sono la rosa sbocciata al culmine di uno stelo colmo di spine, il sorriso che non potrai mai dimenticare o il non amarti che non riuscirai a perdonare. Sono perfetta nella mia imperfezione: un impasto di carne vibrante e anima protesa ad inquietudini irrazionali. Sono mistero, incoerenza, dedizione, freddezza, amore, odio, intimo e lunatico capriccio; sono e sarò ancora la tua principale fonte di tormento e, al contempo, la presenza che sembrerà dare un senso alla tua vita intera. Sono dignità, intelligenza, incontestabile valore. Portami una mimosa, un cioccolatino, un peluche; ma prima, ovunque e comunque, qualunque età anagrafica abbia il corpo che ospita questa mia anima perennemente fanciulla, riconosci, promuovi, difendi, tutto il rispetto che da sempre mi è dovuto, e che a lungo, ancora oggi, mi è stato e mi viene imperdonabilmente negato. (G. Pannia)

8/03/2016

Non l’hanno mai capito e non lo capiranno mai: tradire o deludere una donna è ciò che più rapidamente, inevitabilmente, irreversibilmente ed inspiegabilmente trasforma un amore per la vita in un perfetto sconosciuto. (G. Pannia)

27/02/2017

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: