Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Esperienza

Si sta come su un’altalena che oscilla tra l’estate e l’inverno dell’esperienza; puoi darti una spinta o non dartela affatto. Nel primo caso vivi, nel secondo fingi soltanto.

(Gabriela Pannia)

Annunci

Il dolore passa, l’amore passa.

E mai una volta che, finito tutto,

si resti gli stessi.

(Gabriela Pannia)

Sai, amiamo illuderci ma non si torna mai indietro.

Da ciò che diciamo, da ciò che facciamo,

da ciò che ci capita.

(Gabriela Pannia)

Puoi stare da una parte o puoi stare dall’altra, ma sai quando cresci, sperimenti, evolvi e diventi saggio? Soltanto quando l’una e l’altra parte s’incontrano, ogni volta che puoi e devi superare il limite, quando metti alla prova la forza fisica e quella d’animo. La poesia, il senso, tutto il senso, è nascosto là: dove bene e male si confondono, dove luce e buio si toccano, dove terra e mare si baciano.

(Gabriela Pannia)

20/07/2016

Qualunque vita, nessuna esclusa, è divisa in fasi; verranno notti in cui avvertirai la luce e cercherai le stelle, notti in cui guarderai le stelle e mancherà la luce.

(Gabriela Pannia)

– Credo di aver accumulato un dignitoso numero di esperienze sul dolore.

– E cosa ti hanno insegnato?

– Che non esiste dolore più grande di quello letto negli occhi e nella pelle di chi ami, sapendo di non poter far nulla per impedirlo.

(Gabriela Pannia)

21/03/2019

Mi sono sempre chiesta quale sia l’età o l’esperienza che decreta il nostro definitivo diventare adulti; credo che crescere non abbia a che fare tanto col tempo che passa, ma c’entri tantissimo con certe esperienze. Quando fai di tutto per salvare o trattenere qualcuno, e non ce la fai, lì si cambia. Si passa dall’adolescenziale sentirsi onnipotenti, al maturo comprendere che ben poco, in realtà, è in nostro potere.

(Gabriela Pannia)

3/03/2019

Elettrizzano, rendono vivi eppure scovano e scuotono ogni nostra paura; la fine, l’inizio, il cambiamento, l’ignoto.

(Gabriela Pannia)

30/12/2018

È nel silenzio che la natura scrive e spiega le sue lezioni; e noi, perduti in un chiasso inconcludente, neppure ce ne accorgiamo.

(Gabriela Pannia)

16/12/2018

Cercando le strade giuste, in questo mondo, ne ho percorse anche di sbagliate; ma mi sono imbattuta nella parte più profonda di me, e del termine “sbagliato” ne ho rivalutato il significato.

(Gabriela Pannia)

15/12/2018

Conto le perdite nei solchi dell’anima; conto tutte le perdite, nessuna esclusa: una persona cara, una speranza, la fiducia in qualcuno, un animale domestico.

Le conto, ci ho pianto, ci piango e non le scordo.

Perdendo si rinasce, sì.

Ma, ogni volta, si muore anche un poco.

(Gabriela Pannia)

13/11/2018

Credo di essere ormai consapevole, risolta; continuo a non sapere cosa mi aspetta, ma nessuno mi confonde più su ciò che mi spetta.

(Gabriela Pannia)

10/10/2018

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: