Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Fasi

Non abbiate paura di avventurarvi in luoghi poco frequentati, sui mari della consapevolezza e a pesca di profondità; non rinunciate a essere persone migliori.
Il mondo ne ha bisogno, l’umanità ancor di più.

(Gabriela Pannia)

Sono trascorsi secoli e non ce ne siamo accorti, superstiti del contrario di ciò che eravamo.
Siamo passati dal desiderio di posti isolati in cui riposarci dalla gente all’esigenza tutta nuova di stare in mezzo alle persone.

(Gabriela Pannia)

Siamo una razza strana, noi umani.
In tempi normali desideriamo cose straordinarie.
In tempi straordinari scopriamo che il nostro più grande bisogno è la normalità.

(Gabriela Pannia)

Non so ancora quanto ci vorrà, ma per la prima volta da quando l’incubo è iniziato intravedo un po’ di luce.
Wuhan che dimette il suo ultimo paziente, gli esercizi commerciali che chiudono di propria iniziativa per mero senso civico, le strade vuote e la gente che condanna in un sol coro chi trasgredisce, Codogno e gli altri luoghi che hanno pazientemente sopportato la quarantena che ora vedono il frutto dei propri sacrifici.

Continua a leggere

Voglio scrivere di fiorellini che sbocciano e sole che accarezza le gote, di aria che non desta preoccupazione, di risate e abbracci che fanno solo bene.

Voglio scrivere di locali gremiti e note tra i tavoli, di parchi attraversati da piedini felici e cani senza guinzaglio.

Voglio scrivere di normalità, routine, commissioni. Ricordi la normalità?

Cielo, quante volte l’ho definita noiosa.

E ora la rivorrei come voglio sempre il mare.

(Gabriela Pannia)

Un giorno l’universo verrà a reclamarci, e noi così piccoli e attaccati alla carne, così smemorati e pieni di paure, così dipendenti dalla terra e da chi in essa ci vive, sentiremo di essere di fronte alla più imponente delle evoluzioni. Ci chiederemo più insistentemente nel dopo cosa c’è.

Credo sia la stessa sensazione che gli uccelli provano a un passo dal loro primo volo.

(Gabriela Pannia)

La vita è quella cosa che ti ci scontri anche se sei pacifico, e ti ci innamori anche se sei poco romantico. Ma è questo il mistero, è questa la via.

Non esiste altro modo per attraversare l’esistenza.

(Gabriela Pannia)

Io non ho ricette contro la nostalgia, la mancanza e questo affezionarmi a sguardi e persone esclusivo, istintivo e viscerale.

Ho il rispetto che porto verso chi non vuol esserci.

Questo cullarmi, leccarmi e curarmi per conto mio.

Questo stare come sto che tengo dignitosamente in me e per me, senza disturbare.

(Gabriela Pannia)

La strada è lunga, la strada è intricata.

Ma ogni incognita della vita va presa un passo alla volta, un giorno per volta, uno sforzo concentrato sul qui e ora, non su scenari ipotetici di ciò che sarà.

(Gabriela Pannia)

Ci hai messo il cuore, la pelle, l’anima, le lacrime e tutte le tue forze per essere ciò che sei; se qualcuno ti descrive in altro modo non farti confondere. Osserva la tua immagine in uno specchio, prenditi il tempo che occorre per riconoscerti, accarezza le tue cicatrici, coccola le ciocche dei tuoi capelli, sorridi e, a dispetto di tutto e tutti, esci e sii ancora indiscutibilmente, meravigliosamente te stessa.

(Gabriela Pannia)

Lascerò le case e le relazioni tristi,

le cose tiepide e quelle confuse,

il bene a singhiozzo e quello non dichiarato,

l’istinto a proteggere gli altri sacrificando me stessa.

Dei periodi complessi adoro soprattutto questo: il modo in cui sanno abbattermi, plasmarmi e rivoluzionarmi.

Cresco, divento più forte e forse più egoista.

Ma l’egoismo non è mica un male se ti salva.

Per chi c’è stato superficialmente e non vuoi più può addirittura rivelarsi formativo.

(Gabriela Pannia)

L’ultima foglia dell’autunno stesa sopra al primo tappeto dell’inverno.

Se hai tempo di cadere fino alla fine,

fino alla fine c’è tempo per rinascere.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: