Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Follia

Ogni donna assennata, durante il giorno, ha almeno cinque minuti di follia.
Se non li ha o è matta e finge o è preconfezionata e annoia.

(Gabriela Pannia)

Certi sogni se ne vanno mentre ancora li stai sognando ma io sono tutta strana e mezza matta. Li piango per il tempo che serve e poi, su altre emozioni, ricomincio a sognare.

(Gabriela Pannia)

Sono una donna folle che della sua follia non ha vergogna, anzi l’adora e la mostra ai quattro venti. Ma quale rassegnazione e quale maturità! La mia visione del mondo sarà per sempre scettro e scudo; mi salverà, caratterizzerà e solleverà finché avrò vita.

(Gabriela Pannia)

Ascolta, se tu non mi vuoi io sono felice per te.

Lo sono, giuro.

Non sai che croce ti prenderesti, non sai con quali turbolenze avresti a che fare.

Vedi la mia voce pacata e questi modi sereni?

Tutta apparenza.

Dentro ho escursioni emotive che fanno paura, ho tempeste improvvise che mi sconquassano l’anima.

Dentro sono nomade, alla ricerca perenne di senso e sensi. Di me.

Ti trascinerei nei miei vortici, faticheresti a capirmi; ogni tuo gesto, sguardo o silenzio per me sarebbe materia d’esame.

Io amo in modo viscerale e profondamente voglio essere amata.

All’inizio, continuamente, sempre.

Non sono fatta di emozioni comuni, non mi accontento per convenienza o precetto.

Credo d’essere folle, impegnativa, indomabile.

Un uomo che non mi vuole con sé, per me, è un uomo molto fortunato.

(Gabriela Pannia)

Sono fumantina, fuori e dentro ho i colori

del fuoco, come l’autunno.

Lancio in aria foglie, scateno temporali.

Ma dura poco, poi torno silente.

Perché la vita è una tappa esigente:

vuole porzioni abbondanti d’introspezione,

bellezza e quiete.

(Gabriela Pannia)

Sono folle, ma amerai stare con me. Avrai una vita da montagne russe, per il piattume rimandiamo a poi.

(Gabriela Pannia)

Mi impegnerò, d’ora in poi, per essere felice; e se, a questo mondo, la felicità resta un’utopia, sarò la pazza che insegue unicorni mai visti. (G. Pannia)

1/08/2017

Immagina, credici, allontana le compagnie di poca fede e tieniti accanto coloro che appaiono folli come te. Poi spingi lo sguardo oltre l’orizzonte, prendi la rincorsa e lanciati tra le spire dell’ignoto. Solitamente è così che si avverano le cose che tutti gli altri guardano con rassegnazione e giudicano impossibili. (G. Pannia)

19/05/2016

Impossibile è il motto dei razionali; io prediligo i folli, gli idealisti, i sognatori, i fantasiosi. Quelli che il più delle volte restano con un pugno di mosche e la passione solo momentaneamente ammaccata nel cuore ma che in preziose occasioni riescono oltre ogni pronostico, o spianano una strada possibile a quelli che verranno. (G. Pannia)

25/06/2017

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: