Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Forza

Il coraggio con cui prendi le cose tiepide e inconsistenti, le metti alla porta e le saluti per sempre, quella è la vera forza.

Non è da tutti, la trovi in pochi.

Se tu ce l’hai, stimati.

(Gabriela Pannia)

Notte, cielo e stelle: gli incitamenti, le verità e le forze che non sai, non credi o non ammetti sono scritti lì. A caratteri dorati sul nero dell’immenso.

(Gabriela Pannia)

Buon nuovo anno a me e alla donna che sono.

Buon nuovo anno ai sacrifici diventati cose concrete nel ciclo che si sta concludendo; alla mia forza fatta di cadute e lacrime, alle infinite fragilità che combatto da sempre e che, per sempre, mi accompagneranno.

Buon nuovo anno alla tenacia con cui trattengo la bimba in un corpo che segue soltanto le leggi del tempo, al tempo che sempre dedico a me perché crescere dentro è lo scopo principale di questo pazzo viaggio.

Continua a leggere

Sentiti fragile, la vita verrà a mostrarti quanto sei forte.

Crediti forte, la vita verrà a spiegarti quanto sei fragile.

Viviamo di convincimenti precari; il solo modo per vincere è fare di ogni oscillazione una lezione.

(Gabriela Pannia)

Aggredisco e ringrazio mille volte al giorno il cielo; per questo mio tallone d’Achille chiamato anima. Per questa mia chioma di Sansone chiamata scrittura.

(Gabriela Pannia)

Buongiorno a chi ha ancora fiducia nella vita.

A chi ha perduto ma non ha smesso di combattere.

A chi è stato tradito ma non ha smesso di amare.

A chi ha conosciuto il brutto del mondo ma non ha perso il bello nell’anima.

(Gabriela Pannia)

È il numero che non torna a livello genetico, l’animo di un poeta.

Rispetto agli altri ha qualcosa in più e qualcosa in meno.

Più empatia, più profondità e più senso delle cose.

Meno difese, meno mezzi, meno predisposizione a conformarsi.

(Gabriela Pannia)

Forza per avanzare, forza per trattenere, forza per fermarsi, forza per lasciar andare.

Ogni cosa richiede un certo impegno, un certo coraggio, un certo distacco, una certa sensibilità.

È una direttiva di vita a cui nessuno può dire no.

(Gabriela Pannia)

Facciamo i forti, ma non siamo forti.

Ci sperimentiamo deboli, ma possiamo cose che i deboli non fanno.

Siamo vie di mezzo, creature di carne e cicli, di sangue e anima, di conoscenza e ignoranza.

Siamo noi adesso, altro prima, chissà cosa dopo.

Siamo il frutto dei passi che facciamo e dei venti che ci visitano.

Siamo spiriti senza tempo aggrappati come ciechi alle promesse labili dell’attimo.

(Gabriela Pannia)

Buonanotte a te che sogni oltre i sogni infranti, a te che speri oltre le situazioni disperate, a te che colori i bianchi e neri, a te che non sfuggi al cielo della notte ma ne trai forza e ispirazione.

(Gabriela Pannia)

È la fragilità a spiegare come gestire le cose forti. Guarda i fiori selvatici: sanno del vento e degli acquazzoni, del loro improvviso scatenarsi e distruggere.

Eppure si piegano senza lamento, eppure colorano, eppure profumano.

(Gabriela Pannia)

Fidati dei sogni che fai a occhi aperti, quelli che non vengono nel sonno ma che il sonno te lo levano. Sono possibili, impossibili, ridicoli? Non importa. Sono il motore, il ruggito, la spinta, la forza vera della vita.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: