Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

G. Pannia

La prima sera d’autunno è un po’ come il primo appuntamento con l’amore: non sai cosa porterà, ma sai che ha ottime possibilità di cambiarti per sempre.

(Gabriela Pannia)

Annunci

Sai cosa ho capito?

Che i felici pronti a elencare i motivi per cui tu dovresti o potresti essere infelice, in realtà, sono felici per finta.

(Gabriela Pannia)

Ciascuno coglie fuori i colori che ha dentro.

(Gabriela Pannia)

Sabato: il sole nel cielo della settimana.

(Gabriela Pannia)

Quest’anima fragile, forte, inquieta e vagabonda che si tuffa e camuffa in tutto,

fino a smarrirsi.

E poi ecco settembre, coi suoi specchi sinceri,

a mostrarle l’essenza, a farla placare.

(Gabriela Pannia)

La notte mi spoglia dell’età adulta e mi riveste della leggera positività dell’infanzia.

C’è un problema? Esiste la soluzione.

C’è un desiderio? Esiste la via.

C’è una mancanza? Esistono i mezzi: la cornetta, l’abbraccio, le scuse, il perdono, il sogno, il ricordo.

(Gabriela Pannia)

Il giorno confuso con la notte, la brina sui prati, il fresco quasi freddo, il sonno appiccicoso. Settembre mostra i segni della metamorfosi: non più lenta fine dell’estate, ma repentino principiare dell’autunno.

(Gabriela Pannia)

Nessuna vita può dirsi completa se non ha assaporato l’estate di un amore, l’inverno di una perdita, la primavera di un sogno, l’autunno di una trasformazione.

(Gabriela Pannia)

La bellezza ammette l’altrui bellezza; la bruttezza imbruttisce soltanto.

(Gabriela Pannia)

Il silenzio, l’orizzonte, la luna e qualche stella: resto una bimba fantasiosa. Con pochi elementi invento fiabe in cui gli ostacoli diventano carrozze.

(Gabriela Pannia)

Se potessi esprimere tre desideri, in questa vita, probabilmente sarebbero i seguenti: aver sempre consapevolezza delle mie capacità, perché mettersi di continuo in discussione convince i meno capaci e più presuntuosi di esser migliori di te.

Aver sempre consapevolezza dei miei limiti, perché non credo esista nulla di più patetico di chi si atteggia come fosse o potesse più della realtà.

Aver consapevolezza del tempo che passa e la serenità di accettare ciò che esso si porta via, perché il più pericoloso inganno a cui troppo spesso crediamo è che tutto sia per sempre.

Persino noi.

(Gabriela Pannia)

Sono una di quelle rare persone aggrappate strette ai propri sogni, quelle che possono suscitare ammirazione o derisione. Non esiste alternativa, rinuncia, scissione. Io sono quei sogni, quei sogni sono e sempre saranno me.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: