Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Lotta

Hai ascoltato le prime notizie e avuto una grande paura,
hai cantato sui balconi e pregato con il Santo Padre,
hai offerto la tua stessa vita a chi faticava a respirare,
hai pianto con lacrime amare le radici umane strappate via.
Hai resistito, hai lottato, hai rispettato, hai sperato.
Siamo ancora in battaglia, a marciare nel tunnel ma illuminati da tre stupendi colori.
Insieme, mia meravigliosa Italia, possiamo tutto.
Possiamo il sole.

(Gabriela Pannia)

Festa, e lontani come non siamo mai stati.
Ma li senti i cuori?
Non ricordo di averli visti prima così assembrati.

(Gabriela Pannia)

Non so ancora quanto ci vorrà, ma per la prima volta da quando l’incubo è iniziato intravedo un po’ di luce.
Wuhan che dimette il suo ultimo paziente, gli esercizi commerciali che chiudono di propria iniziativa per mero senso civico, le strade vuote e la gente che condanna in un sol coro chi trasgredisce, Codogno e gli altri luoghi che hanno pazientemente sopportato la quarantena che ora vedono il frutto dei propri sacrifici.

Continua a leggere

La gente rinuncia ai sogni per paura che poi non si avverino ma i sogni, affinché si realizzino, occorre rincorrerli con tutte le forze. La possibilità rende viva la vita, la rassegnazione ne fa la più triste delle esperienze.

(Gabriela Pannia)

Il senso della vita: qualcosa per cui lottare, qualcosa da raggiungere, qualcosa a cui tornare.

(Gabriela Pannia)

Difendete le vostre cose con le unghie e con i denti, perché, se non lo fate, o quelle cose non sono vostre, o non valgono nulla, o voi stessi valete poco. (G. Pannia)

21/04/2016

Fallo: quando ti viene l’istinto di lamentarti perché perdi una qualunque partita, ricorda che dall’altro capo del mondo altri, in ogni momento, rischiano di perdere e perdono la vita. (G. Pannia)

27/06/2017

Ci hanno detto che, anni e anni fa, la gente scendesse in piazza ed usasse persino le maniere forti per rivendicare il rispetto dei propri diritti. Possono solo raccontarcelo, perché oggi si discute e si muore per tutto, ma per difendere un diritto non s’avvelena il sangue più nessuno. Sarà per questo che abbiamo altresì confuso i significati, non distinguiamo la differenza che corre tra un diritto ed un dovere, tra la decenza e l’indecenza, tra una regola di civiltà ed un’azione coercitiva, tra la libera protesta ed il punibile reato. Io non vedo né lotte sacrosante né colori politici. Vedo solo degrado, vuoto e fallimento. Il fallimento di almeno tre generazioni. (G. Pannia)
12/02/2017

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: