Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Malinconia

L’autunno a braccetto con la domenica mattina. Ottobre accovacciato sui suoi guanciali di foglie ardenti, i parchi malinconici, le formiche a far provviste oltre il termine stabilito, il sole ancora intento a tuffarsi negli abissi delle ombre e il tempo rallentato come una lumaca pigra. A godere dei colori e dei sapori del viaggio, a suggerire ai pensieri complessi che forse è il caso di tornare domani.

(Gabriela Pannia)

Un sabato d’autunno, un trionfo di giallo, rosso, arancione, il risveglio in un silenzio quasi mistico e giusto un velo di malinconia. Le stagioni sono cose congenite. Se una l’hai nel dna, quando arriva te lo ricorda.

(Gabriela Pannia)

Eccomi, perdutamente innamorata dell’autunno.

Sa dirci chi siamo, saremo e chi fummo.

In tanti sfuggono la sua malinconia,

io ce l’ho dentro da sempre. È mia.

(Gabriela Pannia)

Ecco settembre dai venti freschi e dai toni caldi, dai cicli nuovi e dalle speranze di sempre. Vieni, mese tanto atteso.

Confidaci le tue malinconie, portaci cose belle.

(Gabriela Pannia)

Amo il rumore della pioggia, e l’odore della pioggia, e le profezie della pioggia.

La pioggia è l’altra versione di ogni mia malinconia.

(Gabriela Pannia)

Amo il rumore della pioggia, e l’odore della pioggia, e le profezie della pioggia. La pioggia è l’altra versione di ogni mia malinconia.

(Gabriela Pannia)

Come una foglia che ha concluso il suo ciclo, si adagia e nasconde il giorno oltre l’orizzonte. Cala un certo velo di ritiro e malinconia, sbiadiscono i colori, scende la sera.

(Gabriela Pannia)

23/09/2018

Si ritira, il sole; vanno le cose che oggi sono state. Chissà se anche il cielo ne tratterrà il ricordo in un angolo del suo sconfinato mutare. (Gabriela Pannia)

7/04/2018

Un lato positivo ed uno arrendevole, uno sguardo proteso al futuro ed uno abitato da una perenne vena malinconica, un’anima pacata ma anche agitata da inimmaginabili tempeste; non dipingetemi come un essere eccelso, sono solo qualcuno che si guarda obiettivamente ed obiettivamente si ascolta. Ciò che mi motiva è anche ciò che mi distrugge; ciò che mi distrugge, per fortuna o mio malgrado, è anche ciò che mi ispira. (G. Pannia)

20/07/2017

Quante cose suggerisce il cuore, quando si quietano gli eccessi del giorno, i paesaggi si fanno malinconici, il cielo pare il fuoco accogliente presso il quale accamparsi con i più intimi amici, e tutto s’appresta a porsi in ascolto della struggente poesia della sera. (G. Pannia)

15/04/2017


S’affaccia una notte così: muta come tutte e malinconica come poche. È fatto di mancanze, questo cielo. Ancora spoglio di stelle, custode geloso del tuo sorriso. Eppure, eppure… in tutti i modi mi sento. Tranne che sola. (G. Pannia)

4/04/2017


È una giornata uggiosa, questa; di quelle col cielo imbronciato senza un apparente motivo, con la malinconia che s’attacca come bimba capricciosa alle pieghe del cuore, con il vento che volteggia e serpeggia porgendo alle orecchie messaggi comprensibili soltanto dalla tua parte più inconscia, col tè che si raffredda all’interno della tazza preferita perché, nel frattempo, ti soffermi a pensare alle cose che scaldano davvero, nell’anima. È una giornata in cui le mancanze si arrampicano con grossi artigli sulla pelle, le presenze si fanno preziose come pepite, i desideri diventano incontenibili e l’attesa del domani è lucente come un cielo preteso, pregato, meritato. Assolato. (G. Pannia)

4/03/2017

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: