Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Mese

Ottobre che si fa pian piano più anziano e quel tondeggiare di zucche che cova brividi di freddo incisivo e di feste dal retrogusto catartico.

I boschi accesi, gli animi in contemplazione.

Ogni mese ha il suo perché,

ma ottobre ne ha più d’uno.

(Gabriela Pannia)

Annunci

Ecco settembre dai venti freschi e dai toni caldi, dai cicli nuovi e dalle speranze di sempre. Vieni, mese tanto atteso.

Confidaci le tue malinconie, portaci cose belle.

(Gabriela Pannia)

Aprile: il mese allegro che avanza scalzo su prati bianchi di margherite.

(Gabriela Pannia)

1/04/2019

Lungo è novembre,

uno stare sospesi.

A novembre la vita

regala sprazzi

d’eternità.

(Gabriela Pannia)

2/11/2018

Paiono corolle appena schiuse sui rami dell’anno, i risvegli di maggio; voli pindarici dai sogni del riposo notturno ai pensieri che pregustano l’agognato riposo estivo. (Gabriela Pannia)

1/05/2018

Con crochi, primule e viole ai piedi, coriandoli impigliati tra i giorni a seguire, febbraio arriva e non perde tempo; su note di uccelli a solleticare la primavera, nel suo esistere breve, eccolo disporre sole e colori, speranze ed attese immortali. (Gabriela Pannia)

1/02/2018

Col profumo di candele accese a far luce sugli enigmi del nuovo, con passi innevati su sentieri di cose lasciate al passato; gennaio ha l’infanzia nei giorni e la saggezza antica di chi porta in spalla mille obiettivi concreti da consegnare con premura ai mesi che verranno. (Gabriela Pannia)

1/01/2018

Musica in sottofondo: Watching the Garden Grow – Quasi Bonsai

Ecco, dicembre viene ed accarezza con riverenza le ultime foglie appese, alita sui desideri di festa e di riposo. Ovunque c’è più freddo, c’é più caldo; giunto è il momento in cui la natura e l’animo umano osano straordinarie licenze poetiche. (Gabriela Pannia)

1/12/2017

Pigola la pioggia, danza il vento, fumano i respiri; apri la porta, sii grato ed accogliente. Da un lungo viaggio, è tornato novembre. (Gabriela Pannia)

1/11/2017

Ecco novembre che spunta accompagnato dai dimessi raggi di un sole sordo alla richiesta di andare in vacanza; sui marciapiedi ancora foglie rinsecchite, nel cuore l’accento a far da culla ai ricordi, per aria già quell’odore d’inverno. Di castagne, di plaid sulle spalle, di legna bruciata, di muschio bagnato. Di favole e resoconti acciambellati come gatti, ai piedi delle penultime settimane dell’anno. (Gabriela Pannia)

1/11/2017

Ottobre

Ho il suo marchio inciso

su anima e carta,

mi ha offerto i colori,

mi ha donato i natali.

Ed ora non ho

amicizia più certa.

I dubbi, le paure,

le speranze, le passioni

Il coraggio, la tenacia,

le cadute, i valori.

Ogni mese spiega,

insegna, soccorre,

ma io apprendo di più

quando il maestro

è il mio ottobre.

(Gabriela Pannia)

8/10/2017


Da un trionfo di petali colorati, con le fragranze fresche dei prati, sulle delicate ed eccitate ali di innumerevoli farfalle, nel mostrarsi vanitoso di centinaia di rose, venne, inebriando l’aria, l’attesissimo, meraviglioso, carico di speranze, pesante di promesse, luminoso mese di maggio. (G. Pannia)

1/05/2017

Musica in sottofondo: Take my hand – Glimmer of Blooms 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: