Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Pelle

Ora che la luna si affaccia alla finestra,
e la notte mette in fila le sue stelle.
Ora che libero è il tuo io,
e la casa è il solo scudo sulla pelle.
Ora che domani è un altro giorno
e sarai più saggia, pronta e forte.
Ora che il sogno è la temeraria priorità:
sogna, sogna in grande. Buonanotte.

(Gabriela Pannia)

Dalle cadute si torna alla vita, come onde sulla sabbia. Sempre.
È la certezza inoppugnabile che l’esperienza tatua sulla pelle.

(Gabriela Pannia)

Alla notte che sta arrivando e che posa le sue mani fredde sui paesaggi di novembre, alla stanchezza a cui cantare ninne nanne affinché si addormenti e tramuti in riposo, alle stelle che si affacciano e splendono oltre le nubi minacciose di pioggia, a te che torni a casa e che a casa ti senti sempre, nel bene e nel male, nella tua pelle.

(Gabriela Pannia)

Io sono per la selezione a pelle.

Solo dove sto bene.

Solo con chi, contemporaneamente, appassiona e placa il mio cuore.

(Gabriela Pannia)

Tra le sensazioni sulla pelle amo quelle del primo mattino.

Al mattino i desideri sembrano un po’ più forti della realtà.

(Gabriela Pannia)

Amo le cose belle che fanno sentire belli, e le cose selvatiche che fanno sentire liberi.

Amo le montagne, le spiagge, il vento, la notte, la pelle.

(Gabriela Pannia)

La pelle è come i gatti e i bambini. Ciò che sente lo esprime, e il più delle volte non sbaglia.

(Gabriela Pannia)

Siano benedette le crepe lasciate su questa mia pelle dai colpi della vita; da lì l’anima abbandona il bozzolo chiamato corpo e si libra in pindarici voli nel cielo dei sensi negati ai più. (G. Pannia)

22/05/2017

Quanto amo scendere in spiaggia alla sera, sfilare le scarpe, godere del tramonto con la pelle che si adagia in lenti passi sull’umido frescore della battigia; pare che tutto il mistero velato di sfumature delicate del cielo si rifletta sulla pacatezza delle onde, raggiunga l’abisso, attraversi la terra fino ad accarezzarne il centro, torni ancora in alto e, tramite la sabbia, mi si ramifichi dentro fino a prendersi e rimettere in pace l’anima. (G. Pannia)

8/03/2016

Tutti ci portiamo addosso piccole e grandi cicatrici, ci differenziamo solo per quel che concerne il punto esatto in cui le conserviamo: chi nel cuore, chi nello sguardo, chi sulla pelle, chi nell’atteggiamento sottomesso al destino, chi in quello impuntato su una possente pretesa di rivalsa. (G. Pannia)

7/04/2016


Empatia è sentire con l’anima ciò che alita sulla pelle del mondo. (G. Pannia)

27/02/2017

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: