Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Primavera

Ho sognato un tetto e un affolamento di rondini; con prontezza ed entusiasmo facevano il nido, or che la primavera è davvero arrivata.

E mio padre che, seduto al mio fianco,

diceva “Vedi? La vita va presa così”.

(Gabriela Pannia)

Immagine: Archibald Thorburn

Annunci

Odorano i prati, di margherite e viole.

La primavera incalza coi suoi precoci semi di perlustrazione.

(Gabriela Pannia)

8/03/2018

Siamo anime nomadi, secondo natura, legate ai simboli, innamorate delle sfumature, noi sensibili; aspettavamo che cadessero le foglie, ora fremiamo al pensiero che a cadere siano i petali.

(Gabriela Pannia)

6/03/2019

– Che fai tu, oh febbraio, con quel tuo incedere colorato?

– Cerco, disperatamente cerco, di spargere coriandoli di primavera per scordarmi dell’inverno.

(Gabriela Pannia)

1/02/2019

C’è un fresco insolito per il mese di maggio, un odore di pioggia che shakera le stagioni e scompiglia i paesaggi; e in mezzo il colore profumato dei fiori, i tentativi di primavera del sole, la forza incorruttibile di questa matta vita che, rabbuia e piange, ma ogni giorno ci riprova (Gabriela Pannia)

21/05/2018

Le ombre si dipanano ed il sole avanza con larghe bracciate di luce nel cielo; in primavera le giornate iniziano con un tocco in più di buonumore, con l’idea, a tratti pretesa profezia, che sarà bellezza fino a sera. (Gabriela Pannia)

26/04/2018

Più sbocciano i fiori più mi convinco che la primavera sia l’orto di ogni speranza. (Gabriela Pannia)

3/04/2018

Quando le cose solite diventano più belle, guarda fuori; forse è Primavera. (Gabriela Pannia)

1/03/2015

La primavera più bella è quella del cielo, quando nel buio della notte spuntano margherite di stelle ed il m’ama non m’ama, l’amo non l’amo, è rivelazione profonda e non quesito al destino. (Gabriela Pannia)

22/03/2018

Il fatto è che tutte le cose reduci dall’inverno poi, lentamente, rinascono; e lo fanno con una tale forza, una tale bellezza, che niente e nessuno può ostacolare la loro prepotente ascesa verso il cielo. Rinasce il giorno, la speranza, una donna, la primavera. (Gabriela Pannia)

21/03/2016

Mi sento come si sente un bocciolo sigillato all’approssimarsi della primavera: timorosa di scegliere tempi non maturi, sopraffatta dal desiderio di sbocciare. (Gabriela Pannia)

21/03/2018

– PRIMAVERA –

Vidi uno sbadiglio di rami,

uno sventolar di foglie,

le giravolte acrobatiche

di un vento silente,

la frenesia dell’acqua tersa

tra i sassi freddi del ruscello.

Udii il battito d’ali

di un passerotto,

gli zoccoli cauti

di una cerva gravida,

la danza lieve

delle farfalle,

l’indomito spartirsi

l’aria dei profumi.

E poi, tutto un trionfo di colori:

dal verde intenso delle chiome

alle accese tonalità delle corolle.

Un sogno, pareva.

Era, invece, Primavera.

[Gabriela Pannia]

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: