Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Relazioni

Come gocce d’acqua che splendono sui rami, dopo la pioggia, nel riflesso delle luci della sera; come lucciole che danzano nelle campagne odoranti di ghiaccioli e ricordi d’infanzia, come il rintocco delle campane che ti ricorda che il senso di tutto non del tutto è visibile.
Sono così, certe presenze.
Semplicemente speciali.

(Gabriela Pannia)

La gente che teme troppo la solitudine finisce per accaparrare presenze senza validità.
Così continua a essere sola, ma in compagnia.

(Gabriela Pannia)

Mi piacciono i legami palesatisi fuori dopo che sono avvenuti dentro. In una vita precedente, in un incastro d’anime perfetto, in una sintonia da primo sguardo.
Con certi luoghi, con certi talenti, con certe persone.

(Gabriela Pannia)

Amicizia è guardarsi in faccia, voltare le spalle, e sapere che niente cambia nei toni, nelle attenzioni, nei pensieri e nelle affermazioni.

(Gabriela Pannia)

Non fatevi dire da nessuno come affrontare la notte, cosa leggere tra le stelle, quanto fidarsi della luna. La notte è un esclusivo e grande amore; dona in base a quanto, individualmente, si è in grado di dare.

(Gabriela Pannia)

Frequentate i diversi, non gli irrisolti.

Non è la diversità a dovervi fare paura, ma le trovate di quelli che vivono come affronto il bene degli altri.

La diversità incuriosisce, motiva, apre nuovi orizzonti, stimola, ci fa crescere.

Gli irrisolti sono sempre amori malati, amicizie inconsistenti, genitori dannosi, figli che accusano, persone che vivono male e, per questo, fanno solo del male.

(Gabriela Pannia)

Certo che possono esistere le relazioni per sempre, purché si verifichino determinate condizioni: avere le pelle marchiata dalle stesse cicatrici, la sensibilità provata negli stessi punti, la forza concentrata sugli stessi argomenti, una personalità affine, lo sguardo che vede allo stesso modo la strada e con lo stesso cuore le stelle.

(Gabriela Pannia)

Mi piacciono le persone che ci sono anche quando sembra di no, quelle che vedi o senti poco non per cattiveria ma perché il tran tran di ogni giorno ti trascina altrove, quelle che ci parli un minuto ed è come riprendere un dialogo interrotto solo qualche ora prima, anche a distanza di anni. Adoro le persone che non cambiano, o che se cambiano lo fanno in meglio, perché sono più forti di qualunque tristezza, prova, distacco e sgambetto della vita.

(Gabriela Pannia)

Portami nei tuoi silenzi, nei tuoi dolori, nei tuoi timori; l’amore è questo, trovarsi ovunque. Non io qui, e tu chissà dove. (Gabriela Pannia)

29/06/2018

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: