Funzionalità di ricerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Rituali

Ci metteva un po’ a convincerla ma, alla fine, con due moine ci riusciva; adorava pettinare i capelli di sua nonna. Era come se, d’improvviso, da quella chioma bianca e nobile potessero cadere storie, farfalle e monili di tempi lontani.

(Gabriela Pannia)

Fare l’albero, a Natale, è una profonda dimostrazione d’amore.

Sprona gli altri a credere sempre nella magia. Vuol dire dirsi che, nonostante tutto, occorre ancora credere nella magia.

(Gabriela Pannia)

La settimana ricomincia e ottobre piove ininterrottamente le sue tintinnanti note autunnali; l’erba pregna, i marciapiedi come fiumiciattoli. Il caffè nel vociferare assonnato di un bar, i progetti del giorno pronti in fila, la vita che lentamente riprende coi suoi complessi, capricciosi e meravigliosi rituali.

(Gabriela Pannia)

La mia anima è una piccola e instancabile contadina; in prossimità di rustici di desideri a cielo aperto, sotto la luce delle stelle e della luna, ogni sera, qualunque sia il carico sul cuore, si china ore e ore sulle zolle della vita e sparge centinaia di semi di speranza.

(Gabriela Pannia)

È mattino. Nota come splende bene il sole, senti come profuma di speranza l’aria, abbraccia il bene dato dalle piccole cose, guarda quanto sa essere bella la vita. (Gabriela Pannia)

25/08/2018

Il sole che sboccia, la bellezza in risalto, la speranza che galoppa nel fresco del primo mattino. Buongiorno a chi ogni giorno si riempie gli occhi di alba e ne fa un rito propizio, un portafortuna. (Gabriela Pannia)5/07/2018

Mantra del mattino: svegliati bene, sorridi a te stesso, sii grato alla vita, scorda gli affanni, scegli le strade, coltiva speranze e progetti nel cuore. (Gabriela Pannia)

5/06/2018

Dormo sempre con la luce spenta e la speranza accesa, trovo che stimoli l’audacia dei bei sogni e scoraggi il pessimismo dei brutti pensieri. (Gabriela Pannia)

01/05/2018

Incessanti gocce di pioggia tintinnano solitarie sugli ombrelli, sui tetti e sulle strade adornate di foglie cadute; v’è fretta nei passi, stanchezza nei volti, il bisogno di rituali cari appeso alla luce fioca dei lampioni. È sera, è quasi buio; è tempo di far rientro a casa. (Gabriela Pannia)

10/09/2017

Inaugurate ogni evento nuovo con una ricercata e deliziosa ritualità del primo passo; chi ben comincia è a metà dell’opera, no? Allora sorridete, inspirate, espirate, riempitevi di luce e positività, levate al cielo una preghiera che sia al contempo di richiesta e ringraziamento, appoggiate lentamente i piedi sul pavimento, sul giorno, sul sentiero, sul progetto, sul sogno o sul sentimento venuto a sconvolgervi la vita, schiacciate i timori, e avanzate. (G. Pannia)

5/05/2016


Guarda il cielo che si fa rosso, giallo e infine scuro con l’avanzare della sera; è sempre lo stesso magnifico rituale, il momento antico in cui esso si prepara a partorire stelle, luna, notte, nuovi sogni e speranze rinfrancate. (G. Pannia)
16/02/2017


In inverno c’è tutto un rituale da seguire per prepararsi, o tentare di farlo, alla mattina del lunedì; senza ansia, gustando assieme ad una tisana le ore residue della domenica, accoccolarsi sul divano, tra le braccia di un amore o le fusa di un gatto comodo e cicciotto, afferrare la lettura entusiasmante lasciata a malincuore sul tavolino, leggere in silenzio senza farsi disturbare. Concedersi, ma solo ogni tanto, uno sguardo malinconico oltre le finestre, un sospiro colmo di accettazione e coraggio, una carezza ai sogni che attendono pazientemente sul cuscino, un sorriso alla speranza, una preghiera per ciò che vorremmo, un grazie profondo per quello che abbiamo. (G. Pannia)

12/02/2017

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: