Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Senso

Ho voglia di boschi e natura selvatica, di silenzi interrotti dalle fughe degli scoiattoli e dal borbottio dei ruscelli; ho voglia di anime screpolatesi al gelo dell’inverno, ma dal sorriso gentile e dallo sguardo di chi ha conosciuto e fatto proprio il senso più profondo della vita.

(Gabriela Pannia)

Ci sarà nebbia pronta a confonderti, e freddo pronto a gelare il tuo pensiero, e viuzze che t’appariranno d’improvviso, ponendosi sensualmente come la sola scelta possibile, nel loro pianeggiante e ordinato estendersi verso l’ignoto.

Ci saranno echi, suoni, silenzi. Ma ci sarai anche tu, con il tuo istinto e con il tuo cuore. Ascoltali sempre, anche quando sembrerà ch’essi vogliano spingerti nell’abisso più nero o incontro alle cime più ripide; forse non ti suggeriranno la strada giusta per gli altri.

Ma quella sarà certamente la strada giusta per te.

(Gabriela Pannia)

La vita è mistero e la notte la sua porta segreta; il cielo buio è l’accesso al sogno, all’inspiegabile, ai sensi altri, al dopotutto, ai regni che non sanno cosa sia lo spazio e cosa il tempo.

(Gabriela Pannia)

Per amare occorre essere ispirati e l’ispirazione nasce dal senso, dal desiderio, dal calore e dal benessere che ci torna indietro dall’oggetto del nostro amore.

(Gabriela Pannia)

È protetta in segrete tutte sue, la vita.

Non spiega, non giustifica, non apre le porte che vogliamo e non sempre chiude quelle che pensiamo.

Eppure, in brevi momenti, riesce a farsi anche capire, così che vedi il senso delle cose in un’onda del mare, un camino acceso o nel cielo che riabbraccia timidamente il sole.

(Gabriela Pannia)

A volte ci fa perdere il filo, a volte il quadro, a volte il senso, ma prova a pensare a come sarebbe senza. Buongiorno alla vita e alle cose che porta, a questo viaggio dal destino nebbioso e le tasche piene di meraviglia.

(Gabriela Pannia)

Ascolta, se tu non mi vuoi io sono felice per te.

Lo sono, giuro.

Non sai che croce ti prenderesti, non sai con quali turbolenze avresti a che fare.

Vedi la mia voce pacata e questi modi sereni?

Tutta apparenza.

Dentro ho escursioni emotive che fanno paura, ho tempeste improvvise che mi sconquassano l’anima.

Dentro sono nomade, alla ricerca perenne di senso e sensi. Di me.

Ti trascinerei nei miei vortici, faticheresti a capirmi; ogni tuo gesto, sguardo o silenzio per me sarebbe materia d’esame.

Io amo in modo viscerale e profondamente voglio essere amata.

All’inizio, continuamente, sempre.

Non sono fatta di emozioni comuni, non mi accontento per convenienza o precetto.

Credo d’essere folle, impegnativa, indomabile.

Un uomo che non mi vuole con sé, per me, è un uomo molto fortunato.

(Gabriela Pannia)

– Non tutti amano la notte.

– Dipende da quello che hanno dentro.

– Da quello che hanno dentro? In che senso?

– Gli opposti si attraggono. Solo chi ha tanta luce dentro cerca equilibrio, senso, consolazione e ispirazione nel buio alternativo della notte.

(Gabriela Pannia)

Di notte cerco le cose che troppo spesso, di giorno, vanno perdute: la serenità, la meta, i compagni sinceri di viaggio, il senso del mio insistere e perseverare.

(Gabriela Pannia)

Al tramonto i colori pastello rendono nebbiosi gli orizzonti; il mondo s’è mostrato per tutto il giorno, ora ti spinge a cercare in prima persona.

Vicino, lontano e dentro te stesso.

(Gabriela Pannia)

Abbi cura delle tue passioni, delle inclinazioni, delle cose che fai e ti fanno bene.

Quando il senso scemerà e la vita t’imporrà il dolore, esse saranno per te come scialuppe di salvataggio.

(Gabriela Pannia)

Il senso della vita: qualcosa per cui lottare, qualcosa da raggiungere, qualcosa a cui tornare.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: