Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Sera

Se è vero amore, è solo un’incomprensione passeggera.

Se è vera amicizia, è solo una scaramuccia che passerà presto.

Se è vita, è solo la fine di un giorno.

Domani si ricomincia.

(Gabriela Pannia)

Annunci

– Amo la sera, è il mio luogo preferito.

– Ma la sera non è un luogo.

– Appunto. Ci trovi tutta la magia e non c’è sorta di confine.

(Gabriela Pannia)

La fine del giorno è la mia fonte preferita di consigli. Senza inganno, tornaconto o veli all’orizzonte suggerisce cosa fare, cosa cercare, dove sedere, in quali braccia rifugiarsi.

(Gabriela Pannia)

Tramonto, il momento in cui il cuore seleziona: nel giorno incontri chiunque. Alla sera incontri chi vuoi.

(Gabriela Pannia)

Il tramonto e una panchina: qualcuno dovrebbe inserirli tra i luoghi migliori in cui ritrovarsi.

(Gabriela Pannia)

Sul finire del giorno, che tu lo voglia o meno, il cielo é come uno specchio. Lo fissi e, se ti manca qualcosa, lo vedi. Lo scruti e, se stona qualcosa, lo senti.

(Gabriela Pannia)

Come tramonta, questo ennesimo giorno del mondo. Scompare dietro ali dorate, sparge sulla natura pollini di enigmi irrisolti e nostalgia.

(Gabriela Pannia)

Ecco che finisce il giorno. Ondate di tramonto vengono a solleticare l’anima, i sogni,

la pelle, il cuore.

(Gabriela Pannia)

Mi verrà ancora voglia di sognare e sperare, stasera e ogni sera.

Di tutta la mia autolesionista natura, questo è l’aspetto che mi salva.

(Gabriela Pannia)

Ritiriamoci a casa e in noi stessi, ora che è sera. Ché il ritiro può esser conquista e non resa. Ché la sera sa esser speranza e non paura del futuro.

(Gabriela Pannia)

28/04/2019

Che età ho? Una diversa per i diversi momenti della giornata.

Ma alla sera, complici i colori del tramonto e le acrobazie incontenibili dell’anima, torno a essere un’entusiasta e trasognata bambina.

(Gabriela Pannia)

23/04/2019

Citofonami in una sera d’aprile,

tendimi la mano e invitami a seguirti.

Portami in boschi gremiti di stelle,

dove i sogni hanno i colori delle viole

e le fronde promettono abbracci

con lo stesso fare materno della luna.

(Gabriela Pannia)

22/04/2019

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: