Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Solitudine

Adoro i temerari. Quelli che non sfuggono ai tramonti, ai sentieri impervi, alla verità, ai luoghi inesplorati, alla solitudine.

(Gabriela Pannia)

7/05/2019

Annunci

Scruta l’albero il suo ramo.

In mezzo all’autunno, neppure

una foglia di compagnia.

(Gabriela Pannia)

13/10/2018

Lasciameli, non disturbare i miei momenti di pausa e solitudine; danno sale, e senso, ai miei momenti di vita. (Gabriela Pannia)

2/04/2018

Si prende l’anima, la sera che scende senza fare rumore; come la sabbia coi passi volutamente lenti, su spiagge solitarie che sanno di ottima compagnia. (Gabriela Pannia)

3/01/2017

Cos’è per me la solitudine? Il rifugio dalla confusione del mondo, il letto d’autunno su cui l’anima si adagia come foglia stanca, il tempo dell’introspezione, il silente annuncio dell’ennesima rinascita. (Gabriela Pannia)

6/09/2017

Si è soli anche in mezzo a tanti perciò, ancor prima di riempire gli spazi fuori, accertati che di pieno tu abbia il cuore. (G. Pannia)

21/07/2017

Talvolta cedo all’istinto di prendere e andare, con l’unica compagnia dell’amica solitudine; passeggio su tappeti di foglie cadute come molti dei miei sogni, o remo su acque che mi spaventano come le innumerevoli incognite della vita. Eppure è sempre utile la mia ricerca, sempre proficua la mia pesca; io che non potrei né saprei catturare pesci, in questi viaggi faccio abbondante incetta di speranze. (G. Pannia)

18/10/2015

Stare in silenzio e con la sola compagnia di se stessi non porta soluzioni, ma permette introspezione e riflessione. E riflettere, il più delle volte, diventa il miglior preludio alle più azzeccate soluzioni. (G. Pannia)

22/05/2017

Statevi accanto come si deve, con costanza ed intenzione; la solitudine è qualcosa che affiora anche lì dove la distanza fisica vanta solo qualche decina di passi. (G. Pannia)

23/03/2017

Di solitudine non si muore. Si muore di vuoto interiore. (G. Pannia)

22/07/2016


Mi appassiono solo a ciò che mi accende al primo sguardo, non ho mai affidato al tempo il compito di suggerirmi affetti o simpatie. Se una cosa mi piace lo capisco subito, se qualcos’altro si fa stonato ho mille campanellini che suonano al suo posto. Sento tutto, lo sento a pelle; di conseguenza mi avventuro solo in ciò che la pelle mi suggerisce e mi allontano da ciò che odora di malsano, a costo di ritrovarmi sola per lunghi periodi della vita. Non ci sto male, anche se alcuni lo reputano strano. È che la mia naturale sintonia con la solitudine, il più delle volte, mi appaga molto più di certe frequentazioni. (G. Pannia)
19/02/2017

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: