Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Stagioni

Si sta come su un’altalena che oscilla tra l’estate e l’inverno dell’esperienza; puoi darti una spinta o non dartela affatto. Nel primo caso vivi, nel secondo fingi soltanto.

(Gabriela Pannia)

Annunci

Non abbiamo pulsanti di salvataggio, né rituali propiziatori. È la vita a comandare le sue stagioni. Godi del sole, impara dalla pioggia.

(Gabriela Pannia)

Aprile: il mese allegro che avanza scalzo su prati bianchi di margherite.

(Gabriela Pannia)

1/04/2019

Ci sono persone che sono come il mare, affascinanti e magnetiche sempre, qualunque sia la stagione su cui si infrangono le onde della vita.

(Gabriela Pannia)

Giugno è quando respiri e senti il mare profumare l’aria. Anche se il mare è a chilometri da te; anche se il profumo è nostalgia mossa ad onde, aroma d’estate e del riposo che verrà. (Gabriela Pannia)

1/06/2018

Più sbocciano i fiori più mi convinco che la primavera sia l’orto di ogni speranza. (Gabriela Pannia)

3/04/2018

– PRIMAVERA –

Vidi uno sbadiglio di rami,

uno sventolar di foglie,

le giravolte acrobatiche

di un vento silente,

la frenesia dell’acqua tersa

tra i sassi freddi del ruscello.

Udii il battito d’ali

di un passerotto,

gli zoccoli cauti

di una cerva gravida,

la danza lieve

delle farfalle,

l’indomito spartirsi

l’aria dei profumi.

E poi, tutto un trionfo di colori:

dal verde intenso delle chiome

alle accese tonalità delle corolle.

Un sogno, pareva.

Era, invece, Primavera.

[Gabriela Pannia]

Ed ecco questo caro mese raccogliere esperienze e congedarsi; ecco la certezza che, ripensando al più bel libro, al più emozionante incontro, alla più significativa passeggiata interiore, troverò ancora il modo di adornare il ricordo con un profumo od un colore preso in prestito da settembre. (Gabriela Pannia)

30/09/2017

Ho dormito tutta la notte e mi sono risvegliata con l’autunno; se ne stava oltre le finestre, nelle sue vesti accese, a sussurrare all’aria fresca storie di rami spogli, anime incerte e sensi monchi destinate al lieto fine. (Gabriela Pannia)

22/09/2017

Portami a passeggiare in boschi dove l’autunno si sgretola ad ogni passo, tenendo a distanza di sicurezza l’inverno; dove l’estate sembra essere il solo futuro, e la primavera è tutto un volo di farfalle nel cuore. (Gabriela Pannia)

26/09/2015

Ed ecco un prorompente, profumato, caldo e colorato ritorno che concilierà il dolce e pur proficuo dormire; sorridete, rinascete, sognate, progettate: è aprile. (G. Pannia)

1/04/2017


Hai visto quanta acqua sta piovendo il cielo? Lo fa ininterrottamente, lo fa da giorni; pare catturi le inquietudini e le appenda ai rami secchi, agli spigoli dei tetti, assieme alle goccioline d’acqua traballanti. È una sorta di addobbo stagionale, un invito a guardare a ciò che di buono o problematico se ne sta in bilico ai bordi del cuore; un invito a recuperarlo, se ne abbiamo davvero bisogno. A lasciarlo cadere giù, se ha esaurito o non ha mai posseduto la facoltà di farci bene. (G. Pannia)
23/11/2016

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: