Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Stelle

La notte spiazza, la notte non scorda di stupire; il buio instilla smarrimento, ma nell’intimo ecco vie luccicanti come stelle.

(Gabriela Pannia)

Annunci

La notte fa bene, la notte ha quello che serve:

spazi sconfinati, distese di stelle, sentieri di speranze, germogli di sogni.

(Gabriela Pannia)

Amo le notti d’estate perché il cielo è terso, perché vedi tutte le stelle, perché liberando lo sguardo in quello spazio senza confini riesci a credere, ancora, in tutti i tuoi sogni.

(Gabriela Pannia)

Notte: ricordiamo perché il cielo pullula di ricordi; perché la luce, che in tanti punti pulsa placida, è essa stessa memoria di stelle che non ci sono più.

(Gabriela Pannia)

Quanto esagera il valore di un uomo se, nella notte che sonda chiunque, sa essere stella di qualcuno.

(Gabriela Pannia)

– Servivano delle puntine, delle bullette, per fissare bene i sogni in mezzo alla notte.

– E allora?

– E allora ecco il perché delle stelle.

(Gabriela Pannia)

Amo la notte perché le stelle mostrano a tutti quant’è immenso il cielo. E in quell’immenso, a dispetto dei limiti terrestri, c’è sempre spazio per i sogni.

(Gabriela Pannia)

Eccomi, notte, al cospetto della tua luna e delle tue stelle.

Non darmi indietro i sogni svaniti, dimmi solo che ho il tempo e i mezzi per realizzarne di migliori.

(Gabriela Pannia)

La notte è una pioggia di stelle sui miei sogni assetati.

Se il giorno nega loro il nutrimento, la notte li sfama e li rinnova.

(Gabriela Pannia)

Le stelle motivano, consolano e instillano speranza. Sarà per questo che, ogni notte, milioni di persone si soffermano a guardarle.

(Gabriela Pannia)

Ci perdo intere notti a coltivare i miei sogni in mezzo alle stelle. Per quanto molti di essi siano destinati a perire, amo stare con l’anima serena tra le chiome scure di quel luccicante giardino.

(Gabriela Pannia)

È prudente la notte, la profondità va meritata; per questo eccola svelarsi soltanto alla sua luna, alle sue stelle, a chiunque in ogni cosa si avventuri oltre la superficie.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: