Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Tempo

Vale per tutti.
Un giorno guarderemo la nostra vita dal rullino del tempo e conteremo le occasioni perdute, le parole taciute, gli errori commessi e i passi sbagliati.
Diremo che, tornando indietro, faremmo scelte diverse ma probabilmente ripercorreremmo le stesse strade.
La vita bisogna accettarla, comprenderla, perdonarla.
Se agito in coscienza e col cuore, comunque poi vada, va bene così.

(Gabriela Pannia)

Le persone hanno il tempo sulla pelle e l’anima negli occhi; così, se l’anima si adegua al tempo, al mondo, alla tristezza, alla rassegnazione e al concreto, invecchia come il corpo e non si notano differenze.
Ma se l’anima conserva l’innocenza, la fiducia, il cielo e la speranza, ecco il controsenso meraviglioso di un corpo maturo accompagnato a uno sguardo sempre fanciullo.

(Gabriela Pannia)

Quanto è vario e vasto il tempo della notte.
C’è tempo per sognare, tempo per sperare, tempo per chiudere cicli e guardare avanti, tempo per abbracciarsi, tempo per dormire.

(Gabriela Pannia)

Finisce la notte e inizia la speranza,
finisce il pane nella dispensa,
finisce la pioggia col temporale,
finiscono infanzia e gite al mare.

La vita è una giostra in moto perpetuo,
siamo le tracce di un grande segreto.

<!–more–>

Siamo ignari come polline al vento,
il tenue respiro tatuato su un tronco,
un coriandolo in mezzo al prato,
ciò che sarà ed è sempre stato.

(Gabriela Pannia)

Ci riverso l’anima in ciò che scrivo.
E le speranze, e le paure.
E la rabbia, e le convinzioni.
Le mie frasi sono figli mai partoriti.
Cose che diventano tracce di me,
lanciate in un tempo che pare immobile,
mentre la vita scivola senza sconti.

(Gabriela Pannia)

La notte immersa nel silenzio rallenta i battiti del tempo; le ore passano così lentamente che un sogno appena abbozzato rischia d’essere il dipinto che ti strapperà il primo sorriso allo schiudersi del mattino.

(Gabriela Pannia)

È la carezza finale del giorno che si dilegua, il pensiero ingarbugliato che viene a farti visita in un sospiro, il brivido sulla pelle prima di chiudere le tapparelle, quel ricordo che torna anche se, con ogni mezzo, l’hai scacciato.

Che cos’è la sera?

È questo, solo questo.

Il tempo che ti vuole saggia anche se ti fai comodo leggera.

La poesia che ti commuove a ogni nuova lettura.

(Gabriela Pannia)

Non si può fermare il tempo ma, se solo si potesse, ognuno avrebbe il suo minuto d’oro da tramutare in eternità.

(Gabriela Pannia)

La vita è mistero e la notte la sua porta segreta; il cielo buio è l’accesso al sogno, all’inspiegabile, ai sensi altri, al dopotutto, ai regni che non sanno cosa sia lo spazio e cosa il tempo.

(Gabriela Pannia)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: