Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Tempo

Ci verranno a trovare i venti di novembre.

E sarà come chiacchierare con illuminati d’altri tempi.

(Gabriela Pannia)

Annunci

L’autunno a braccetto con la domenica mattina. Ottobre accovacciato sui suoi guanciali di foglie ardenti, i parchi malinconici, le formiche a far provviste oltre il termine stabilito, il sole ancora intento a tuffarsi negli abissi delle ombre e il tempo rallentato come una lumaca pigra. A godere dei colori e dei sapori del viaggio, a suggerire ai pensieri complessi che forse è il caso di tornare domani.

(Gabriela Pannia)

La vita è fatta di tappe.

L’amore, fidati, è fatto di tappe.

Il dolore, sappilo, è fatto di tappe.

Non puoi mentire, illuderti o imbrogliare.

Se non fai tutte le tappe

o confondi il nulla con l’amore,

o scambi un breve sorriso inconsapevole

per la fine del dolore.

(Gabriela Pannia)

Facciamo i forti, ma non siamo forti.

Ci sperimentiamo deboli, ma possiamo cose che i deboli non fanno.

Siamo vie di mezzo, creature di carne e cicli, di sangue e anima, di conoscenza e ignoranza.

Siamo noi adesso, altro prima, chissà cosa dopo.

Siamo il frutto dei passi che facciamo e dei venti che ci visitano.

Siamo spiriti senza tempo aggrappati come ciechi alle promesse labili dell’attimo.

(Gabriela Pannia)

Se potessi esprimere tre desideri, in questa vita, probabilmente sarebbero i seguenti: aver sempre consapevolezza delle mie capacità, perché mettersi di continuo in discussione convince i meno capaci e più presuntuosi di esser migliori di te.

Aver sempre consapevolezza dei miei limiti, perché non credo esista nulla di più patetico di chi si atteggia come fosse o potesse più della realtà.

Aver consapevolezza del tempo che passa e la serenità di accettare ciò che esso si porta via, perché il più pericoloso inganno a cui troppo spesso crediamo è che tutto sia per sempre.

Persino noi.

(Gabriela Pannia)

Ho incontrato la voglia di vivere nelle lacrime di chi combatte battaglie cruente,

e la gioia di vivere in chi concentra l’attenzione sul bello del mondo,

e la saggezza del vivere in chi ha capito che il tempo è un viandante spedito: non si trascuri niente.

Si assapori fino in fondo ciò che, ora o mai più, è degno d’essere assaporato.

(Gabriela Pannia)

Prenditi cura di te, riservati una parte della giornata per farti le coccole: un velo di trucco, una seduta in palestra, un taglio nuovo ai capelli, un vestito particolare, un caffé con le amiche, una passeggiata in solitudine. Non scordarti di te, pensando ad altri, pensando ad altro. Finirai per perderti, e poi ci metterai del tempo per ritrovarti. Meglio prevenire, no? Comunque vada, chiunque conti, ricordati sempre di volerti bene.

(Gabriela Pannia)

Il primo giorno di giugno: come quando vuoi qualcosa, inizi qualcosa, e senti che il tempo, la luce e il cuore sono dalla tua parte.

(Gabriela Pannia)

Il dolore passa, l’amore passa.

E mai una volta che, finito tutto,

si resti gli stessi.

(Gabriela Pannia)

Noi: l’eternità accampata per qualche tempo in rifugi di carne, sensi e amnesia.

(Gabriela Pannia)

Sai, amiamo illuderci ma non si torna mai indietro.

Da ciò che diciamo, da ciò che facciamo,

da ciò che ci capita.

(Gabriela Pannia)

Se ne va aprile, come un petalo al vento.

Il tempo passa e trascina tutto, ma non i giardini sbocciati nel cuore.

(Gabriela Pannia)

30/04/2019

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: