Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Terra

Noi, gli umani: non vediamo, non sentiamo, non ci opponiamo, distruggiamo, abusiamo, scarichiamo, tolleriamo.
E, quando la terra provata e malata vomita virus e calamità, ci ricordiamo che c’è un Dio e urliamo che è tutta colpa sua.

(Gabriela Pannia)

Indossare giacche e silenzi pesanti, andare a guardare la notte che si tuffa nel mare, vederli diventare di un solo colore e perdermi volutamente in quel non sapere se io stessa sia terra, o acqua, o cielo, o tutto, o nulla.

(Gabriela Pannia)

La mia anima è una piccola e instancabile contadina; in prossimità di rustici di desideri a cielo aperto, sotto la luce delle stelle e della luna, ogni sera, qualunque sia il carico sul cuore, si china ore e ore sulle zolle della vita e sparge centinaia di semi di speranza.

(Gabriela Pannia)

Siberia, Amazzonia, resto del mondo.

Scongelamento del permafrost, incendi indomabili, siccità, alluvioni, terremoti.

Agli evoluti i segni della fine non sono mai bastati, abbiamo bisogno dell’estinzione.

(Gabriela Pannia)

Le conti sulle dita, le cose belle davvero. Una è il sole che, assieme al mare, alla terra e al cielo, racconta all’universo un altro giorno di luglio.

(Gabriela Pannia)

Spiaggia, il punto di contatto col profondo dell’anima, della terra e dell’universo. Dove le forme solite si dissolvono e i pensieri più confusi prendono forma.

(Gabriela Pannia)

23/03/2019

Notte, e scoprire che lì fuori c’è tutto: la terra per imparare a vivere, il mare per curare l’anima, il vento per accettare il cambiamento, il cielo per non scordare di sognare. (Gabriela Pannia)

4/08/2018

Dalla piccola ape all’imponenza dell’oceano, la terra non è fatta delle cianfrusaglie degli umani. In essa ogni cosa è magia, tutto è essenziale. (Gabriela Pannia)

22/04/2018

Chissà che genere di sordità sia, questo di una razza che paga, indaga e s’impegna per captare anche le più deboli voci del cielo, ed intanto resta totalmente indifferente alle urla levatesi dalla terra. (Gabriela Pannia)

25/08/2016


Ho l’anima perennemente nuda; soffre tutte le perturbazioni della vita, ma è fortemente sintonizzata con ciò che la possiede oltre il cielo. (G. Pannia)

11/04/2016


Di notte la mia dimora ideale sarebbe una casetta su un albero: sospesa, come il mio spirito selvatico, come il vento. Non troppo distaccata dall’amata terra, non troppo distante dalla prediletta luna. (G. Pannia)

10/04/2017


Terra, Madre, Alba, Primavera; il genere femminile non è un caso: da ciascuna di queste cose scaturiscono vita, rinascite, opportunità nuove, luce, calore. Speranze.

22/03/2017

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: