Cerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Umanità

– Guarda quanta cattiveria, guarda quanto orrore. Se esiste l’inferno… tu credi esista l’inferno?

– Se fino ad ora non è esistito credo che l’universo, indignato ed offeso da quest’ennesima, inenarrabile disumanità, si sia persuaso a realizzarlo.

(Gabriela Pannia)

28/02/2018

Annunci

Vantatevi di meno rispetto ai presunti salti evolutivi, ché un mondo evoluto non ammazza i bambini. E neppure se ne sta fermo mentre altri ammazzano i bambini. (Gabriela Pannia)

22/02/2018

Chiamatelo circo, non memoria; un mondo che degnamente ricordi i crimini passati ha necessariamente guardato, combattuto ed interrotto lo stesso tipo di crimini del presente. (Gabriela Pannia)

27/01/2018

Qual è l’umano destino? Non sapere cosa aspettarsi, barcamenarsi in cose non attese e complesse, negare periodicamente la fiducia alla vita. E aspettarsi chissà cosa, lo stesso. (Gabriela Pannia)

13/01/2018

Il tempo è un’invenzione dell’uomo, lo stratagemma per annotare e poi camuffare la Storia, l’alibi per disporre finte feste o consegnare i polsi alla malinconia. Le nuove ere non esistono, è tutto sospeso; sarà realmente futuro quando avremo imparato a vivere senza farci del male. (Gabriela Pannia)

30/12/2017

Nessun vanto su progresso, evoluzione e futuro è consentito finché, per inenarrabile idiozia, il mondo assisterà a crimini contro l’empatia, il rispetto e l’umanità. (Gabriela Pannia)

11/09/2017

I sassi, i ruscelli, gli alberi e gli animali hanno sì minor consapevolezza del loro esistere, eppure esistono senza destare vergogna. (Gabriela Pannia)

19/08/2017

Se il tramonto fosse una lampada dalla forma tondeggiante, e se quell’atmosfera giunta con una magia inesplicabile fosse uno scrigno colmo di desideri da esprimere, probabilmente vorrei le seguenti cose: il perdono per le leggerezze che ci fanno umani, l’umanità che ci strappa sempre un sorriso pregno di speranza, una speranza talmente ostinata da indicare la strada anche quando pare d’essere in un vicolo cieco. (G. Pannia)

13/07/2017

Non sono un poeta, perché i poeti se ne stanno chiusi nelle loro stanze distaccandosi dalle realtà del mondo; non sono un combattente, perché i combattenti si abbandonano alla lotta perdendo di vista meraviglia e cuore. Sono una creatura in bilico, alla perenne ricerca di un equilibrio: di qua la poesia che rende sempre accessibile il sapore delizioso dell’esistenza; di là la battaglia, con l’impavida speranza che la terra sia, o ridiventi, il terreno fertile dell’umanità. (G. Pannia)

29/06/2017

Possiamo rinunciare a qualunque cosa ma, in quanto esseri umani, non potremo mai rinunciare alla speranza. (G. Pannia)
26/07/2015


Lasciate che venga la notte, lasciate che si mostrino tutte le stelle; c’è l’urgente bisogno che indichino imperativamente a questo mondo la strada – quella giusta – verso l’umanità. (G. Pannia)

7/04/2017


Sintonia è potersi concedere momenti di follia, stupidità, azzardo, pettegolezzo, provocazione e indecoroso buonumore senza che dopo sia necessario sostenere e superare un pubblico test di umana validità. (G. Pannia)

18/04/2016



Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: