Funzionalità di ricerca

Purple Soul

Le cose materiali permettono la vita; la Poesia nutre lo spirito. (G. Pannia)

Tag

Valore

Ogni donna assennata, durante il giorno, ha almeno cinque minuti di follia.
Se non li ha o è matta e finge o è preconfezionata e annoia.

(Gabriela Pannia)

Come gocce d’acqua che splendono sui rami, dopo la pioggia, nel riflesso delle luci della sera; come lucciole che danzano nelle campagne odoranti di ghiaccioli e ricordi d’infanzia, come il rintocco delle campane che ti ricorda che il senso di tutto non del tutto è visibile.
Sono così, certe presenze.
Semplicemente speciali.

(Gabriela Pannia)

Sì alla cultura del mondo, d’obbligo la cultura del cuore; senza la prima si è solo ignoranti, senza la seconda si è senza valore.

(Gabriela Pannia)

Ho passato una vita a mettere tutto in discussione, per prima me, è questa la mia forza.

Ora ho un senso del dovere tutto mio, un’etica da cui non scappo neppure se ci rimetto, un codice di condotta che mi guida religiosamente come una fiaccola nel buio.

Non ho bisogno di approvazione, se in un qualunque contesto mi sono già approvata io.

Non giudico dall’alto in basso ma conosco in tutto, adoro e difendo il mio livello.

Un uomo che non mi tratta come voglio non smette di essere un uomo, ma non è l’uomo per me.

Un amico che non mi rispetta completamente non smette di essere un amico, ma non è l’amico per me.

Non impartisco lezioni e non voglio plasmare nessuno; sono un segugio a caccia continua di lezioni e sintonie.

Non muoio dal desiderio di esprimere la mia opinione, a meno che nelle cose non ci sia immischiata personalmente.

Non perdo tempo con chi non mi arricchisce e butto fuori dai miei spazi chi, con me, non si sente arricchito.

Il pericolo è la solitudine, ne sono consapevole.

Ma ancor meno dignitoso è questo odierno meccanismo del tristissimo arraffare ciò che c’è, del non curarsi intimamente di sé fino al punto di pensare che il proprio valore sia esiguo e che l’unica opzione sia l’accontentarsi.

(Gabriela Pannia)

L’intensità ne allontana troppi.

Ma quelli che restano,

quando restano,

valgono per mille.

(Gabriela Pannia)

Le differenze che si amalgamano senza confondersi, che si scontrano senza ferirsi, che si accettano senza giudicarsi, che si arricchiscono senza intaccare l’altrui validità. Queste sono le sole che tollero.

(Gabriela Pannia)

Quanto esagera il valore di un uomo se, nella notte che sonda chiunque, sa essere stella di qualcuno.

(Gabriela Pannia)

Non sempre facciamo la cosa giusta, ma agire cercando di fare la cosa giusta è ciò che ci rende valide persone.

(Gabriela Pannia)

La vita è un’autostrada senza piazzole di sosta, un cielo che ha fissi come le stelle i soli valori che indirizzano il viaggio; s’inciampa e non ci si ferma, si perde e ancora s’impara, si spera e ancora si splende.

(Gabriela Pannia)

Alle donne che inseguono un sogno senza farsi scoraggiare dalle circostanze, a quelle che si portano dentro sottili insicurezze e infinite paure ma che affrontano il mondo con il coraggio di un leone, a quelle spezzate nel profondo e che ancora non si perdonano la cecità di alcune scelte, a quelle cadute in mezzo a tanti e risalite da sole, a quelle che non si stancano di mettere sempre in gioco un cuore più volte provato, a quelle che devono ancora maturare la consapevolezza del proprio valore e alle donne che già sanno quanto valgono e non si vendono al compromesso; alle donne violate nei pensieri, nell’anima e nel corpo, a quelle che non hanno bisogno di una festa che le celebri ma che neppure si offendono al ricevere un bouquet di rose e mimose. Alle donne belle di ogni età, quelle con gli occhi limpidi, le parole sincere e l’anima sempre vigile, a voi un augurio di rinnovati coraggio, caparbietà e forza. Siate donne, siate consapevoli e decise sempre; fate che il mondo impari ad apprezzarvi e amarvi ogni giorno, non soltanto quando lo ricorda un calendario.

(Gabriela Pannia)

Ogni fine è introspezione, ogni inizio è rinascita. E la rinascita esordisce sempre con la promessa sussurrata di non sottovalutare più il valore inestimabile di ogni piccola cosa.

(Gabriela Pannia)

31/01/2018

Perdono in partenza, quegli uomini che impiegano il tempo a tessere le mie lodi; quanto valgo lo so da me.

Dovrebbero raccontarmi, passato e fatti alla mano, quanto valgono loro.

(Gabriela Pannia)

25/09/2018

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: